Condividi la notizia

MOTORI ADRIA (ROVIGO)

Ragone e Molinari si aggiudicano il tricolore

Assegnati i primi titoli italiani ad Adria nella quarta prova del Campionato Italiano ACI Karting

0
Succede a:

ADRIA (RO) - E’ stata una prova piuttosto difficile ad Adria per il quarto appuntamento del Campionato Italiano ACI Karting, con 188 piloti in pista con le categorie KZ2, 60 Mini, Iame X30 Junior e Senior, oltre a Rok Junior e Senior per la terza e ultima prova di queste due categorie.

Le condizioni meteo variabili di fine luglio che hanno riguardato anche gran parte d’Italia, dal caldo torrido ai temporali di sabato nelle manches di qualificazione, fino alla pioggia di domenica mattina che ha reso insidiose soprattutto le finali di gara-1, mentre la situazione è un po’ migliorata nel pomeriggio per le finali di gara-2 anche se l’asfalto è restato umido.

In KZ2 Tonteri e Iacovacci vincono le finali, Cunati guadagna in classifica

In KZ2 a prevalere in gara-1 è stato il finlandese Paavo Tonteri (Tony Kart-Vortex), che sull’asfalto bagnato non ha avuto problemi ad imporsi, così come aveva fatto sabato nella bagnatissima seconda manche. In seconda posizione si è piazzato Simone Cunati (CRG-Tm) che ha così potuto incrementare il vantaggio in classifica, mentre terzo si è piazzato Francesco Comanducci (Tony Kart-Tm). Buono anche il quarto posto ottenuto da Leonardo Marseglia (BirelArt-Tm) davanti a Giuseppe Palomba (Croc-Tm), che scattato dalla pole position ha perso però quasi subito diverse posizioni per un testacoda a inizio gara. Palomba comunque ha concluso quinto

La seconda finale della KZ2 ha visto la prestazione vincente di Francesco Iacovacci (Maranello-Tm), scattato dalla pole position per la griglia invertita, in gara-1 era arrivato ottavo. Palomba ha tenuto per buona parte della gara la seconda posizione, ma poi ha perso terreno tanto che si è visto superare prima dallo svedese Brandon Nilsson (Righetti Ridolfi-Tm) e poi anche da Cunati che ha così incrementato la sua leadership in campionato. Palomba si è piazzato quarto davanti a Marseglia. Comanducci ha chiuso in sesta posizione davanti a Tonteri.        

Nella 60 Mini domina il russo Kutskov

La prima finale della 60 Mini è iniziata in regime di slow per motivi di sicurezza per la pioggia. Ad aggiudicarsi gara-1 è stato il russo Kirill Kutskov (Energy-Tm) al termine di una prova piuttosto regolare, davanti a Manuel Scognamiglio (Tony Kart-Tm) e all’inglese Coskun Irfan (Tony Kart-Vortex). Le altre posizioni sono andate all’altro inglese William Macintyre (Parolin-Tm), quindi Flavio Olivieri (Parolin-Tm), Antonio Apicella (Energy-Tm) e al giamaicano Alex Powell (Energy-Tm). L’americano Miguel Costa (Parolin-Tm), sesto sul traguardo, ha vinto la speciale classifica riservata agli Under 10.

Kutskov si è poi aggiudicato anche la seconda finale, questa volta davanti a Macintyre e a Giovanni Trentin. Scognamiglio si è piazzato quarto ed ha preceduto Costa (vincitore ancora fra gli Under 10) e Powell.

X30 Junior con Gallo in gara-1 e Trulli in gara-2

Nella prima gara la vittoria è andata a Paolo Gallo (Tony Kart-Iame), autore di una bella gara ma favorito dalla penalizzazione di Enzo Trulli (KR-Iame), penalizzato per lo spoiler sganciato in un contatto sul finale di gara proprio con il figlio dell’ex pilota F1 Jarno Trulli. Al secondo posto si è quindi piazzato Nikolas Pujatti (KR-Iame), al terzo l’altro figlio d’arte Brando Badoer (Parolin-Iame) alla sua prima gara nel Campionato Italiano. Il leader di campionato Cristian Bertuca (BirelArt-Iame) si è piazzato quinto. In gara-2 Trulli si è potuto rifare ampiamente andando a vincere la seconda finale, ancora davanti a Pujatti, mentre in terza posizione si è classificato Bertuca. A ricevere una penalizzazione in questa gara è stato Badoer, scivolato al quarto posto dopo aver tagliato il traguardo in seconda posizione.  

Nella X30 Senior doppietta di Carenini

Nella X30 Senior in gara-1 non ha avuto problemi ad imporsi Danny Carenini (Tony Kart-Iame) dalla terza posizione di partenza, seguito dal leader del campionato Edoardo Ludovico Villa (TB Kart-Iame) e da Leonardo Caglioni (KR-Iame) che hanno completato il podio di gara-1. In gara-2 è stato ancora Carenini ad imporsi al termine di una bella rimonta dall’ottava posizione per la griglia invertita della seconda finale. Alle spalle di Carenini in gara-2 si sono piazzati Vittorio Maria Russo su KR-Iame del Team Driver con il compagno di squadra Mattia Ingolfo. Il quarto posto è andato a Villa che così ha potuto incrementare il proprio vantaggio in classifica, visto che il suo maggior rivale, Caglioni, si è piazzato sesto preceduto anche da Leonardo Fornaroli (KR-Iame).    

Nella Rok Junior il titolo italiano va a Ragone

Nella Rok Junior ha vinto ancora Pietro Ragone, leader incontrastato del campionato, al suo quinto successo consecutivo che gli ha consentito di assicurarsi il titolo del Campionato Italiano. Ragone su Tony Kart-Vortex ha vinto grazie a una penalizzazione inflitta a Matteo Zaffarano per lo spoiler sganciato a seguito di un contatto. Zaffarano dal primo posto si è così ritrovato secondo con Riccardo Colombo in terza posizione. In gara-2 è stato Donno a prendersi la soddisfazione della vittoria, davanti a Zaffarano e Colombo, tutti su Tony Kart-Vortex, mentre questa volta Ragone è terminato fuori dal podio.

Molinari campione italiano nella Rok Senior

Nella Rok Senior in gara-1 la vittoria è andata a Leonardo Moncini (Exprit-Vortex) che sul traguardo ha preceduto Nicolò Cuman (Tecno-Vortex) e Davide Cordera (FA-Vortex). David Locatelli (Kosmic-Vortex), leader di campionato alla vigilia di Adria, si è piazzato sesto. In gara-2 Moncini è stato costretto al ritiro, così come Locatelli e Simone Ortenzi coinvolto in un incidente. La seconda finale è andata a Marco Bernardi (Mach1-Vortex), grazie anche alla scelta azzeccata dei pneumatici slick con la pista che ormai si stava asciugando. Lorenzo Cardamone si è piazzato al secondo posto e Federico Biagioli al terzo. Il campionato italiano lo ha vinto Giorgio Molinari (Exprit-Vortex) che si è classificato sesto in gara-2.    

Nelle foto: 1) Start di gara-2 in KZ2; 2) Il podio KZ2 di gara-2 vinta da Iacovacci; 3) Il podio della X30 Junior di gara-2 con Trulli vincitore. 

Tutte le classifiche nel sito www.acisport.it

Prossimo appuntamento il 1° settembre a Val Vibrata (Teramo)

Articolo di Domenica 28 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it