Condividi la notizia

RUGBY ROVIGO

La Monti Junior risponde con una pec inviata da Zambelli

Sulla decisione della Rugby Rovigo Delta di aderire alla Franchigia Polesine con la squadra Under 18, la Monti Junior non parla, ma si affida ad una mail inviata da Zambelli il 26 luglio

0
Succede a:

ROVIGO - Nulla di nuovo al Battaglini, se non una comunicazione ufficiale resa nota dalla Monti Junior attraverso il suo ufficio stampa. Una pec inviata dalla Rugby Rovigo Delta del presidente Francesco Zambelli il 26 luglio, in cui annunciava la propria decisione di intraprendere il progetto della Franchigia Polesine Under 18. Decisione presa e spiegata, non senza rumore, dallo stesso patron in quasi un’ora di conferenza stampa (LEGGI ARTICOLO). Sollecitato sulla possibilità, che tale cambio di rotta della Rugby Rovigo Delta, dovesse far mancare l’“obbligatorietà” fornita dalla Monti Junior, il patron Zambelli ha avuto una reazione decisa, Spine nel fianco, come le ha definite, che negli anni sono aumentate, tre, quattro, forse cinque. 

“Facendo seguito agli incontri avuti - recita la mail inviata da Zambelli a Bullo attuale presidente della Monti Junior - e alle comunicazioni scritte intervenute nonché alla valutazione dell'attuale situazione riferita alle formazioni Cadetta e Under 18, la FemiCz Rugby Rovigo Delta ritiene che ormai non sussistano più le condizioni previste dalla convenzione siglata nel giugno del 2018. Di conseguenza, anche a fronte di una crescente diminuzione di praticanti e di risorse che caratterizza l'attività rugbystica a Rovigo e in provincia, sono mutati i nostri obiettivi e le nostre priorità imponendoci una revisione della progettualità riguardante le sopracitate formazioni”. (LEGGI ARTICOLO).

Con questa premessa la Rugby Rovigo Delta di fatto ha sciolto il vincolo della convenzione siglata lo scorso anno e che riguarda unicamente la gestione dell’Under 18 “risulta evidente che la convenzione a suo tempo sottoscritta non sia riuscita a soddisfare i reciproci intenti delle società firmatarie (Delta e Monti Junior, ndr). Un elemento più volte emerso e ribadito da entrambe le parti durante i diversi incontri avuti”. 

“Sulle base di queste considerazioni - recita la lettera che comunque ringrazia la Monti Junior per l’attività svolta - e alla luce di una situazione che è sostanzialmente cambiata rispetto a quella di un anno fa, si ritiene opportuno, quindi, promuovere una serie di incontri al fine di poter dar vita a un nuovo percorso comune che ponga la FemiCz Rugby Rovigo Delta, la Monti Rugby Rovigo Junior e le altre realtà rugbystiche del territorio polesano al centro di un progetto comune e condiviso con l’intento di dare inizio a una nuova e rafforzata forma di collaborazione che abbia come obiettivo quello di garantire il futuro migliore possibile alla Rugby Rovigo, società simbolo del nostro sport in Italia e all'estero e di tutto il movimento rugbystico polesano”.

Tradotto, la Rugby Rovigo Delta invita la Monti Junior ad accordarsi al progetto di condivisione. Condivisione di obiettivi che hanno come stella polare i Bersaglieri, ma che necessitano di coinvolgimenti attivi di tutte le parti in causa con reciproca soddisfazione. O così, oppure niente. Un Progetto Polesine bis che non vede imposizioni, ma condivisioni. Senza queste premesse difficile ogni forma di collaborazione. Giovedì nella sede di viale della Costituzione la presentazione intanto della Franchigia Polesine U18, per il resto ci sarà un anno di tempo per organizzarsi, ma la via sembra già tracciata.

 

Articolo di Mercoledì 31 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it