Condividi la notizia

PESCA LAGUNE PROVINCIA ROVIGO

Il sindaco Roberto Pizzoli: "Al fianco dei pescatori fino alla fine"

Il primo cittadino di Porto Tolle nonostante il suo referato a Palazzo Celio non ha dubbi sulla posizione da tenere. “Il consorzio non può permettersi di attendere troppo tempo, perché s’incepperebbe il meccanismo”

0
Succede a:

PORTO TOLLE (Rovigo) – Continua il dibattito per i diritti esclusivi di pesca a Porto Tolle, con il consorzio dei pescatori sul piede di guerra ed una Provincia che in questo momento continua a non dare risposte concrete, che riescano a rassicurare le tante famiglie che potrebbero essere coinvolte da un eventuale cambio di rotta. Di fatto nella mattinata del 31 luglio, in Prefettura, non si è presentato né il presidente Ivan Dall’Ara, che ha delegato il suo vice, né tanto meno la dirigente Maria Votta (LEGGI ARTICOLO), a spiegare la propria posizione, che ora sembra piuù orientata ad andare a bando piuttosto che prorogare la concessione dei diritti esclusivi direttamente al consorzio (LEGGI ARTICOLO).

Sulla questione ora parla anche il sindaco di Porto Tolle e consigliere provinciale delegato alla pesca, Roberto Pizzoli, che spiega: “Il tavolo di ieri mattina è stato indetto proprio da me per cercare di dare una svolta definitiva a questa situazione che comincia ad essere abbastanza preoccupante”. Prosegue poi: “Capisco la “prudenza” del presidente della Provincia Dall’Ara, ma credo che sarebbe necessario arrivare al dunque al più presto possibile, dato che le aziende devono continuare ad andare avanti, programmare le prossime culture e mantenere un certo ritmo, altrimenti questo inceppo non farà bene a nessuno, anzi, renderebbe il tutto ancora più complicato”. Concludendo: “Ovviamente se i pescatori scenderanno in piazza, io sarò al loro fianco”.

Articolo di Giovedì 1 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it