Condividi la notizia

EDILIZIA SAN MARTINO DI VENEZZE

Corte Carrara Radetti, tra passato e futuro

La storica corte della frazione di San Martino di Venezze è stata demolita e ora si pensa al futuro per capire se potrà sorgere un’area abitativa e magari commerciale

0
Succede a:
SAN MARTINO DI VENEZZE (Rovigo) - Proprio in centro alla frazione di Beverare in quest’ultima primavera è stata demolita la Corte Carrara Radetti, che per anni è sorta proprio in pieno centro sulla statale che da Cavarzere porta proprio al comune di San Martino di Venezze, con precisione all’altezza della chiesa della frazione. Ciò che però molti si domandano è per quale motivo è stata demolita e soprattutto quale sarà il futuro di questa zona.

Nel 2008 la corte era stata acquistata da un’azienda che fa capo a Mario Altoè ed il programma era quello di demolirla e costruire appartamenti e negozi, ma con la crisi economica edilizia rimase tutto fermo. A questo punto nel 2017 fu fatta una perizia per constatare la solidità della struttura, che aveva già visto il crollo dei solai. Venne riscontrato il 70% di possibilità di crollo della struttura e proprio per questo il sindaco Vinicio Piasentini decise di indurre un’ordinanza per la demolizione della struttura. Purtroppo ci fu una complicazione di non poco conto, in quanto agganciata alla struttura c’era un cavo Enel che dà energia elettrica a tutta Beverare e per questo motivo tutto lo scorso anno fu utilizzato per interrare tale cavo da parte di Enel. A questo punto la corte è stata demolita a partire dal marzo 2019, ma le macerie continuano a rimanere in loco e dovranno essere tolte il prima possibile. È proprio il primo cittadino di San Martino di Venezze, Vinicio Piasentini, che commenta: “Abbiamo fatto tutto quello che serviva per mettere in sicurezza la zona, dato che la corte non poteva continuare a rimanere in quella zona”. Proseguendo: “Adesso le macerie dovranno essere tolte dai proprietari del terreno e si spera che un po’ alla volta si riesca ad ottenere un risultato maggiore per noi e per il nostro territorio”.
Articolo di Domenica 4 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it