Condividi la notizia

BADIA POLESINE (ROVIGO)

Segno di non democrazia e di razzismo

A Salvaterra nei giorni scorsi Forza Nuova ha appeso uno striscione contro i Rom alla vigilia della serata organizzata per ricordare lo sterminio dei Senti, l’indignazione del coordinamento provinciale Age Rovigo

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) - Egregio Direttore, venuti a conoscenza di quanto antidemocratico è accaduto a Badia Polesine, nell’Edificio sottratto nel 2016 alla Mafia ad opera della associazione Libera presieduta da Don Ciotti;  oggi adibito a Casa della Cultura e della Legalità del Comune di Badia Polesine e Salvaterra.  Forza Nuova, avuto il sentore che alcune associazioni di volontariato documentazione Polesano,  avrebbero organizzato uno spettacolo commemorativo sullo sterminio dei Rom nel campo di concentramento  di Auschwitz, di notte,  hanno appeso uno striscione contro tale iniziativa, violando ogni normativa di Legge. Un atto certamente incivile che  ha destato molto stupore in tutto il Polesine. Un segno di non democrazia e di razzismo.  

All’associazione centro documentazione Polesano, presieduta dall’autorevole  Remo Agnoletto, già presidente di Polesine Solidale, associazione che gestisce il Csv di Rovigo e le altre Associazioni coinvolte, tra cui “Libera” presieduta a livello Nazionale da don Ciotti; va tutta la nostra solidarietà di associazione di volontariato (Age) impegnata nel sociale non solo in Polesine, ma anche a livello Nazionale ed Europeo, compresa la Romania, perché la Romania a tutti gli effetti, è uno stato Europeo come l’Italia.  

Se l’Italia, attraverso i suoi governanti, ha qualche cosa da ridire in merito  il popolo Rom,  attraverso i Canali Istituzionali  si può far sentire in Europa. Ma a quanto sembra, chi  è  di dovere presenziare in Europa in materia di immigrati, non c’è mai andato. Troppo comodo cavalcare le piazze con slogan per scopi elettorali e non con fatti concreti. Due anni che corrono fiumi  di parole e sperpero di denaro pubblico, senza soluzioni concrete. Chi governa deve  assumersi delle responsabilità concrete e non strumentalizzare la piazza.

                                       Il Coordinamento Provinciale A.Ge. Rovigo

 

 

Articolo di Lunedì 5 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Lettere

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it