Condividi la notizia

LETTERA APERTA

Iras, banco di prova per l’amministrazione Gaffeo

Sul caso Iras esploso in questi giorni interviene il circolo Polesano di Libertà e Giustizia che scrive al Comune di Rovigo 

0
Succede a:

ROVIGO - "Caro Sindaco, cari amministratori del Comune di Rovigo, il caso della gestione dell’Iras, esploso sulla stampa pochi giorni orsono dopo l’annuncio della decisione da parte della Regione Veneto di prorogare per un altro anno il commissariamento della gestione della struttura assistenziale, mette sul tavolo due questioni di vitale importanza.

L’annunciata trasformazione dell’ente avverrà, viste le scelte del rinnovo, con alla guida un Commissario scelto dalla Regione e non con un consiglio di amministrazione democraticamente eletto dal Comune. E questo vale per tutte le importanti scelte che si dovranno fare e che sono collegate all’Iras, comprese quelle di Casa Serena. Se si aggiungono a ciò le ripetute affermazioni dell’assessore regionale del settore Lanzarin di voler trasformare le Ipab venete, e quindi anche Iras che è una Ipab, da enti pubblici in fondazioni di diritto privato, si avverte il rischio altissimo di una espropriazione in questo delicato settore (dove in ballo ci sono diritti e aspettative di ospiti, famiglie, lavoratori) di patrimonio e di controllo pubblici. Dalle dichiarazioni emerse il Comune di Rovigo appare come disarmato.

Ci chiediamo se questo atteggiamento sia frutto di impossibilità e/o incapacità a reagire nei confronti della Regione, o di una scelta voluta. In ogni caso si profila una situazione grave per una vicenda delicata, in un settore vitale dei servizi alla persona

Il Comune di Rovigo e la nuova giunta, il suo sindaco in prima persona, hanno  davanti a loro un banco di prova per evitare che commissariamento e poi trasformazione in gestione privata (con amministratore unico, nominato sempre dalla giunta Zaia) facciano tabula rasa di diritti primari dei cittadini di Rovigo. Se davvero voi tenete, qui come altrove, all’affermazione di competenza e trasparenza, allora urge un confronto pubblico, alla vostra presenza, sull’intera vicenda della gestione Iras, sulle strategie e sulle scelte da mettere in campo, oltre che già fatte. Ed è esattamente questo che vi chiediamo di fare il più presto possibile".

Circolo Polesano di Libertà e Giustizia

Articolo di Mercoledì 7 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Lettere

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it