Condividi la notizia

GITA

Alla scoperta del Delta del Po navigando il Canalbianco

Domenica 18 agosto si parte alle 7.30 zona Interporto di Rovigo. “Polesine Blu&Green Tour” ingrana la seconda: tappa ad Albarella e Porto Viro

0
Succede a:

ROVIGO - Seconda tappa per “Polesine Blu&Green Tour”. Dopo il debutto di metà giugno domenica 18 agosto si bissa con “Alla scoperta del Delta - navigando Il Canalbianco”: nel corso della giornata, oltre a musica live e aperitivi serviti a bordo, anche l’intervento straordinario di Raffaele Peretto, già direttore del museo dei Grandi Fiumi, che illustrerà ai partecipanti i luoghi e la storia dei territori del Polesine attraversati durante la navigazione.

Per la sessantina di partecipanti che hanno già dato la loro adesione - una ventina invece le bici che saranno imbarcate -, la partenza è fissata in zona Interporto di Rovigo alle 7.30: prima sosta alle 9.40 al pontile Amolaretta di Adria quindi si proseguirà direzione Loreo con arrivo previsto alle 10.40 a beneficio dei passeggeri che hanno scelto l’opzione bici per il percorso Loreo-Albarella. La motonave ripartirà poi verso il porto turistico di Albarella dove l’arrivo è previsto alle 12: qui la direzione dell’isola ha organizzato l’ingresso con destinazione hotel Capo Nord dov’è prevista una breve presentazione del progetto “Polesine Blu&Green Tour”. 

Dopo il buffet, passeggiata libera e raduno dei partecipanti che saranno riaccompagnati alla motonave in partenza alle 16.15: per i ciclisti che decideranno di non imbarcarsi è previsto l’attraversamento del Canalbianco, con il traghetto recentemente attivato, per effettuare il percorso Porto Levante- parco Le Dune di Porto Viro. Di qui, il rientro verso Rovigo con sosta imbarco alle 17.45, tappa all’Amolaretta (18.45) e arrivo a Rovigo intorno alle 21.

“Polesine Blu&Green Tour” è uno dei progetto di Area Vasta promosso dal Consorzio per lo Sviluppo del Polesine in veste di soggetto capofila che vede la partecipazione anche di Provincia di Rovigo, Gal Adige e Gal Delta Po oltre a quella di Assonautica Acque Interne Veneto ed Emilia e Fiab Rovigo in qualità di parter tecnici. L’intento dell’intervento, il cui accordo di programma è stato siglato a fine maggio scorso, è valorizzare il sistema di itinerari ciclabili, fluviali e lagunari del Polesine in collegamento anche con le province limitrofe: un disegno ambizioso che ha visto il nostro territorio esportare questo modello virtuoso di collaborazione tra enti, istituzioni e associazioni anche nelle vicine Ferrara e Mantova. 

Articolo di Venerdì 9 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it