Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Cantiere avviato per un importo superiore ai 280 mila euro

A Giacciano con Baruchella (Rovigo) in corso i lavori di riqualificazione dell’ex scuola media, su punta anche a quella di Zelo,  ma il progetto è ancora da finanziare. Particolare attenzione è posta sul turismo lento ed ecosostenibile

0
Succede a:

GIACCIANO CON BARUCHELLA (RO) – E’ partito il cantiere per la riqualificazione dell’ex scuola media di Giacciano per un importo complessivo superiore ai 280 mila euro, di cui 150 mila finanziati con i fondi del Gal finalizzato alla promozione turistica locale. Infatti, la futura destinazione d’uso del piano terra vedrà l’insediamento di un ufficio turistico già dal 2020 mentre più avanti si creerà un museo contadino ai piani superiori e si realizzerà un idoneo parcheggio sul fianco destro.

“E’ un intervento per il quale l’Amministrazione comunale ha investito molto accantonando nel tempo le somme necessarie ad integrare il contributo ricevuto, dichiara il sindaco Natale Pigaiani, con l’intento di creare appunto un ufficio turistico di supporto alla progettata ippovia che da Mantova porterà al mare, in un itinerario di equiturismo oggi sempre più diffuso in Italia, ma anche per quello a piedi (trekking) o in mountain bike (cicloturismo)”. Entro l’anno dovrebbe terminare il cantiere aggiudicato, con determina il 23 luglio scorso per un importo di 198.501.68 euro più Iva ed oneri accessori. L’intervento di Giacciano s’inserisce nel progetto più complessivo di promozione del territorio. 

Diversa la situazione a Zelo, dove si pensa (progetto tuttora da finanziare) una riqualificare dell’ex scuola elementare, ora data in gestione all’Associazione Bentivoglio per attività ricreative e culturali. La scuola si trova a pochi passi dal porticciolo attrezzato per l’attracco delle barche nella tratta Tartaro-Canal bianco che da Mantova porta a Venezia. In questo caso si potenzierebbero i servizi di supporto al turismo fluviale già esistente che, col transito regolare di due motonavi due volte la settimana, conduce una cinquantina di persone impegnate in percorsi rivieraschi in bici e barca, provenienti soprattutto dal nord dell’Europa, a fare scalo in quello che, venendo da Mantova è il primo approdo.  Qui c'è una piccola oasi verde, l'Imbarca Zelo, un pontile per l'attracco fluviale che costituisce anche un punto di ritrovo, dotato di servizi per picnic e punto di partenza per i ciclo turisti che, dalle motonavi-hotel sulle quali possono mangiare e dormire, scoprono il territorio circostante.

“Sono interventi, sottolinea il sindaco, proiettati al futuro del ‘Turismo Lento e ecosostenibile’, che ci vede impegnati a valorizzare il territorio di questa nostra piccola ma operosa comunità”. 

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Mercoledì 14 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it