Condividi la notizia

RUGBY GIOVANILE

Primo allenamento al Battaglini per la Franchigia Polesine

Partita l’avventura dell’Under 18, frutto dell’unione tra Rovigo, Badia e Frassinelle. Due le squadre, una giocherà nel campionato Elite, l’altra in quello meritocratico 

0
Succede a:

ROVIGO - Finalmente si torna a parlare di rugby. Primo giorno di raduno e di allenamenti per la Franchigia Polesine Under 18. Un progetto nato lo scorso anno con l’unione delle forze tra Badia e Frassinelle, e che vede dalla stagione 2019-2020 l’ingresso anche della Rugby Rovigo Delta (LEGGI ARTICOLO)

Prima misurazioni e test agli ordini del Athos Ferron negli spogliatoi dei Bersaglieri, poi sul campo 2. Ragazzi che nel frattempo hanno avuto anche la possibilità di visionare l’allenamento della prima squadra, che proprio lunedì 19 agosto è rientrata dopo una meritata pausa. Nel tardo pomeriggio a dirigere le operazioni per le touche Niccolò Badocchi, entrato in pianta stabile nello staff dei rossoblù.

Sul fronte giovanile in campo ben 46 atleti per la Franchigia, quattro assenti giustificati convocati dal Civ (Comitato Veneto), altri ancora in ferie con le rispettive famiglie, il numero complessivo dovrebbe essere di 55 unità. 

FemiCz Rovigo: Allenamento specifico per le touche lunedì pomeriggio
Luca Bonini ed Ettore Boarato
Younes Anouer, Luca Bonini ed Ettore Boarato
Peter Pavanello
Younes Anouer
Athos Ferron

Staff tecnico che è composto da Younes Anouer, Ettore Boarato e Luca Bonini, con il supporto di assoluto spessore di Jacques Momberg, eroe dello scudetto del 2016, Guido Barion e Diego Antl. Uno staff tecnico di tutto rispetto con la supervisione di Alessandro Lodi head coach del Badia che milita in Serie A, e Umberto Casellato (Rugby Rovigo Delta).

FemiCz Rovigo, che entrando da subito nella Franchigia con Badia e Frassinelle, manterrà i tesserati, che potranno, se coach Casellato lo riterrà opportuno, anche esordire in prima squadra.

Preparatore atletico dei giovani della Franchigia Polesine, l’ex rossoblù Peter Pavanello, che da questa stagione è ritornato in campo con i colori del Badia. Tre gli allenamenti settimanali a Rovigo, uno a Badia Polesine, due le squadre, una nel campionato Elite Nazionale, l’altra in quello meritocratico regionale, una unica grande rosa circa 55-56 elementi che garantisce una panchina lunga, ma soprattutto la possibilità di giocare in entrambi i tornei, a seconda delle esigenze e del merito.

Giorgio Achilli

Articolo di Lunedì 19 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it