Condividi la notizia

CASO ATER

[VIDEO] Caro affitti, gli inquilini non ci stanno

Scatta la protesta degli inquilini delle Case popolari, manifestazione mercoledì 21 agosto davanti alla sede di piazza della Repubblica a Rovigo

0
Succede a:

ROVIGO - Dopo l’assemblea pubblica degli inquilini Ater di martedì 20 agosto in via Galileo Galilei in Commenda ovest, mercoledì 21 agosto la protesta sulla nuova legge che ha portato all’aumento dei canoni nelle case di edilizia residenziale pubblica, si è spostata davanti alla sede di piazza della Repubblica.

Una Legge regionale che ha fatto scattare la protesta, una norma contro i furbetti (LEGGI ARTICOLO) che però, secondo Rifondazione Comunista e gli inquilini, colpisce tutti.

C’è da dire che la protesta davanti alla sede Ater è stata composta, ma di dirigenti neanche l’ombra. A tenere banco Diego Foresti di Rifondazione Comunista che in seguito ha fatto intervenire coloro che sono stati colpiti dal provvedimento. 

“Non sanno come faranno a pagare questi affitti” ha esclamato Foresti rivolgendosi ai vertici dell’Ater, una inquilina ha tuonato “Questo mese la mia pensione è andata all’Ater”, una seconda ha evidenziato “Perché colpire chi ha 20 mila euro in conto corrente messi da parte per la vecchiaia, ci sono persone che in banca hanno 500 mila euro”. A Costa di Rovigo è partita anche una raccolta firme per bloccare l’aumento (LEGGI ARTICOLO).

Contestualmente la protesta si è tenuta anche a Padova, Venezia e Verona, il prossimo passo sarà davanti alla sede regionale per chiedere il blocco della Legge e l’aumento indiscriminato dei canoni di affitto. Sul caso diversi gli interventi della politica e dei sindacati (LEGGI ARTICOLO), dal consigliere comunale e regionale Graziano Azzalin (LEGGI ARTICOLO) a  Silvia Menon (LEGGI ARTICOLO) 

Articolo di Mercoledì 21 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it