Condividi la notizia

DIRITTI ESCLUSIVI DI PESCA

Il presidente Ivan Dall'Ara propone il No ai 15 anni e si ritrova senza maggioranza [FOTO] [VIDEO]

Hanno votato contro al diniego di proroga della concessione chiesta dal Consorzio pescatori del Polesine Roberto Pizzoli (Porto Tolle), Francesco Siviero (Taglio di Po), Valeria Mantovan (Porto Viro), Alberto Martello (Canaro) e Sara Mazzucato (Adria)

0
Succede a:
ROVIGO - Cinque mani alzate che pesano come un macigno sulla testa del presidente della Provincia di Rovigo Ivan Dall'ara che non riesce a far votare al proprio consiglio provinciale i punti all'ordine del giorno che prevedevano il diniego alla proroga di 15 anni richiesta dal consorzio cooperative pescatori del Polesine e la proroga di 12 mesi rinnovabile con altri 12 proposta dalla Provincia di Rovigo.

Hanno abbandonato il presidente tutti i consiglieri di maggioranza mentre solo Valeria Toso, indipendente nella minoranza, ha votato con Dall'Ara.

Roberto Pizzoli (Porto Tolle), Francesco Siviero (Taglio di Po), Valeria Mantovan (Porto Viro), Alberto Martello (Canaro) e Sara Mazzucato (Adria) hanno espresso voto contrario alla proposta di diniego portata in aula da Dall'Ara, Emanuela Beltrame (Adria) si è resa disponibile alla riunione di preconsiglio, ma non ha poi partecipato alla seduta, Fabrizio Bonin (Badia Polesine) era assente giustificato.
Per sottolineare, se ve ne fosse bisogno, ancora di più la "rottura" della maggioranza il vicepresidente Francesco Siviero ha anche comunicato che rinuncerà al ruolo di vicepresidente della Provincia.

Si sono astenuti dal voto Ilaria Paparella (Villadose) ed Antonio Laruccia (Trecenta).

Di seguito la trsmissione integrale del consiglio provinciale di Rovigo di venerdì 23 agosto

La votazione è stata preceduta dalle precisazione del presidente che ha sottolineato come il parere dell'Avvocatura dello Stato non abbia dato risposte sui diritti esclusivi di pesca, ma si sia concentrato sulle concessioni demaniali. Il secondo punto all'ordine del giorno, ovvero la proroga di 12 mesi non è stato portato in votazione in quanto direttamente collegato al primo.


La giornata nera per il presidente Dall'Ara è stata scossa subito dopo mezzogiorno da una nota dell'assessore regionale alla Pesca Giuseppe Pan indirizzata anche al sindaco di Porto Tolle, Pizzoli, al presidente della Giunta regionale Luca Zaia ed agli assessori regionali Gianpaolo Bottacin e Cristiano Corazzari, presente in aula a Palazzo Celio. L'assessore Pan sottolineal che dall'1 ottobre 2019 anche "l'organizzazione delle attività di acquacoltura esercitate dagli imprenditori ittici passeranno dalla Provincia alla Regione". A Venezia quindi si è iniziato a redarre la Carta ittica regionale, uno strumento fondamentale di pianificazione delle attività di pesca e di acquacoltura nelle acque interne e marittime interne operativa entro la fine del 2020.

Sulla base di questa nota il sindaco di Trecenta Antonio Laruccia ha chiesto di prendere tempo e di ritirare i punti all'ordine del giorno del consiglio provinciale, per evitare di stigmatizzare l'isolamente del Presidente, ma anche per poter riformulare una proposta di delibera in linea con quanto comunicato dalla Regione. La proposta di ritiro dei punti è stata messa in votazione e respinta facendo intendere fin da subito che il presidente Ivan Dall'Ara sarebbe rimasto da solo.

I passi successivi potrebbero essere quelli di una proposta di proroga a 15 anni redatta, e votata, dalla nuova maggioranza di Palazzo Celio, con il voto sicuramente contrario di Dall'Ara e Toso, oppure, quella più auspicabile dal sindaco di Porto Tolle Pizzoli, un affidamento diretto al Consorzio per 15 anni entro i 37 giorni che vedranno la Regione Veneto avocare a sè i diritti, ad oggi, ancora in capo alla Provincia di Rovigo.

Positivo il giudizio dell'assessore della Regione Veneto Cristiano Corazzari che ha elogiato il grande lavoro del gruppo della Lega a partire dall'ultimo sottosegretario alla Politiche agricole, alimentarie forestali del Governo Conte, Franco Manzato, l'assessore Pan, il sindaco di Porto Tolle Pizzoli. "Una decisione quella del voto odierno - ha ribadito Corazzari - che vedrà la Provincia di Rovigo allineata con le indicazioni della Regione Veneto".
Articolo di Venerdì 23 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it