Condividi la notizia

IL CASO

Rifiuti speciali e potenzialmente pericolosi vicino all’asilo

A Lama Polesine, frazione di Ceregnano (Rovigo), continua a far discutere il magazzino di stoccaggio di Polaris, l'azienda che si occupa di rifiuti speciali dove l’Arpav ha trovato perfino dell’esplosivo

0
Succede a:

LAMA POLESINE (RO) - “Che un sito di stoccaggio di rifiuti speciali in centro ad un paese sia una pessima idea lo sa anche un bambino dell'asilo. Troppi i rischi per le persone che vi vivono attorno.

Se mai vi fossero incendi o fughe di materie pericolosamente inquinanti è evidente che l'esposizione sarebbe fortissima. Se poi ci fossero pure sostanze potenzialmente esplodenti i rischi centuplicherebbero. Chi vorrebbe mai vivere attorno ad un posto del genere? E chi manderebbe i propri figli a scuola  li vicino?”.

Lo evidenzia Vanni Destro del Comitato per l'art.32, dopo il caso “esploso” a due passi da Ceregnano.

“A Lama Polesine, frazione di Ceregnano, abbiamo da decenni una situazione di questo genere: la Polaris, azienda che tratta rifiuti speciali e potenzialmente pericolosi, ha un magazzino di stoccaggio nel dismesso zuccherificio praticamente nel centro del paese e prossimo ad una scuola materna con annesso asilo nido”.

“Un sito che ha già avuto problemi di incendio con relative emissioni di fumi - sottolinea Vanni Destro - e ricaduta di sostanze nocive prodotte dalla combustione. Si scopre adesso, a seguito  di una ispezione di Arpav, che vi sono stati stoccate, senza la prevista autorizzazione e, quindi, nemmeno la dotazione di sicurezza e la preparazione necessarie, sostanze esplosive non è ancora ben chiaro a che titolo. In un luogo già soggetto ad incendio, in centro ad un paese e vicino ad un asilo. Irresponsabilità totale.

Credo che sia ora di chiudere il sito e bonificarlo senza pensarci troppo sopra. signor Ivan Dall'Ara, sindaco di Ceregnano, nonchè Presidente della Provincia di Rovigo, procediamo?”

Articolo di Sabato 24 Agosto 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it