Condividi la notizia

LENDINARA

La Mostra del cinema di Venezia ricorda Carlo Bagno

Celebrazione all'hotel Excelsior del Lido per il compianto attore lendinarese simbolo della eccellenza del Polesine in materia di cinema con il presidente della Polesine film commission Angelo Zanellato e l'assessore regionale Cristiano Corazzari

0
Succede a:
Venezia – Come avvenuto due giorni prima, con la consegna all’adriese Renato Cecchetto (LEGGI ARTICOLO) (il doppiatore di  Shrek in tutti i film della saga), del premio Paola Dria (attrice rodigina famosa per aver recitato nel primo film sonoro prodotto in Italia: La canzone dell'amore), è proseguita ieri, nell’ambito della rassegna del cinema di Venezia, la celebrazione delle eccellenze polesane.

All’hotel Excelsior del Lido, come programmato nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della nascita, si è commemorato l’attore Lendinarese Carlo Bagno a cui l'amministrazione di Lendinara aveva dedicato una targa all'ingresso del Teatro Ballarin (LEGGI ARTICOLO). L'intervento di apertura è stato fatto dal presidente di Polesine film commission Angelo Zanellato che, presentando la giornata, ha evidenziato l'importanza di riconoscere personaggi come Carlo Bagno. A noi Zanellato ha dichiarato: “Quella di ieri è stata una giornata splendida, che ha coronato il lavoro di diversi anni permettendoci di dimostrare il valore culturale che si nasconde in un territorio piccolo come il Polesine”.


La presentazione da parte Massimo Veronese, che aiutato da alcuni video inediti ed altri  conosciuti è riuscito a rappresentare la reale capacità di recitazione di Carlo Bagno, generalmente stimato dalla critica che lo riconosceva  all'altezza dei personaggi è dei ruoli interpretati, tanto da oscurare, talvolta, gli interpreti principali.
C'è stato un simpatico momento dedicato alla lettura di un’intervista, di molti anni fa, recitata dal nipote Andrea Bagno nel ruolo di Carlo e del giovane attore Francesco Dallagà nel ruolo del giornalista, nella quale sono emerse le qualità morali dell’uomo Bagno.

L’assessore regionale alla cultura Cristiano Corazzari, nel suo intervento, ha ribadito l'importanza del ruolo svolto  dalla Film Commission, rimarcando che queste azioni contribuiscono a valorizzare il tessuto economico locale, in quanto posso fare da volano per l'economia indotta che deriva dalla relazione dei film girati in Polesine ma, anche, per l'interesse turistico innescato.
L'evento ha visto il saluto del sindaco di Lendinara Luigi Viaro che ha annunciato che il prossimo anno Lendinara organizzerà tutta una serie di manifestazioni di tributo e di riconoscenza a Carlo Bagno, anche per promuoverne la conoscenza fra i più giovani.
Numeroso il pubblico, tra cui spiccava una folta delegazione lendinarese, che ha seguito con partecipazione gli interventi celebrativi a dimostrazione dell’interesse della gente per la riscoperta della nostra cultura; una risorsa tutta da sviluppare.
 
Ugo Mariano Brasioli
Articolo di Lunedì 2 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it