Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Tanti i lavori per la messa in sicurezza della cittadina adriese

Dalla chiesa del cimitero centrale, alla strada che porta a Bottrighe, passando per il ponte di località Campelli, oltre alle asfaltature di via volontari della Croce Verde ad Adria (Rovigo)

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Dopo un anno di chiusura per problemi di cedimento strutturale, iniziano i primi lavori di sistemazione della chiesa del cimitero del capoluogo. “Abbiamo avviato delle indagini geognostiche per la caratterizzazione del terreno, per sistemare lo stabile dal punto di vista statico - spiega l’assessore ai lavori pubblici Marco Terrentin - allo studio in fase di esecuzione da parte dell’ingegner Geddo, seguiranno gli interventi di sistemazione dell’edificio, per un impegno di spesa di circa 70mila euro”.

Ma non è finita qua, in quanto l'amministrazione comunale adriese ha iniziato l'iter per altri lavori nella cittadina. “E sempre in termini di sicurezza - spiega il sindaco Omar Barbierato - stiamo procedendo all’avvio lavori di nuove asfaltature in via volontari della Croce Verde, in prossimità della curva dell’obitorio e per ottobre, gli interventi di asfaltatura interesseranno le parti più disastrate del tratto stradale che congiunge Adria con Bottrighe; oltre che in altri tratti di strada che necessitano di interventi urgenti. Il costo complessivo delle asfaltature sarà di circa 120mila euro”.

”Stiamo proseguendo con i lavori della rampa di collegamento tra la Piovese (SR516) e il borgo rurale di località Campelli (Passetto) - specifica poi l’assessore Marco Terrentin - e quest'opera, dal costo complessivo di 80mila euro, si è resa necessaria perché l’attuale accesso al borgo rurale, avviene attualmente attraverso un ponte dagli evidenti danni strutturali dove la circolazione, a senso unico alternato, è limitata ai soli residenti”.

Infine: ”Dopo la fine dei lavori di asfaltatura del tratto stradale tra Mazzorno Sinistro e Cavanella Po (ex SP80) è in corso l’intervento di riempimento delle banchine con materiale stabilizzato che, una volta assestato, ci permetterà di aprire la strada al normale traffico veicolare". 
Articolo di Martedì 3 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it