Condividi la notizia

ROVIGO CELLO CITY

L'amore per il violoncello diventa un raffinato gelato

Il maestro gelataio Elio Palmieri descrive l'ultima creazione della gelateria Godot: “pera per la forma, mirtillo per il colore, olio essenziale di abete per il legno, e gocce di nougat per le note musicali”

0
Succede a:
ROVIGO - L'idea che mancava. Una buonissima idea! Questa l'opinione unanime del pubblico di Rovigo Cello City che ha già approfittato di queste calde giornate per assaggiare il gelato al gusto violoncello, ideato per l’occasione dalla Gelateria Godot, e che viene offerto gratuitamente per l’intera durata del Festival a tutti, con la parola d’ordine LA RE SOL DO - ossia l’accordatura delle quattro corde del violoncello.


“Pera per la forma, mirtillo per il colore, olio essenziale di abete per il legno, e gocce di nougat per le note musicali”, così il maestro gelataio Elio Palmieri descrive la sua ultima creazione, che è stata presentata davanti ad un folto pubblico di buongustai domenica pomeriggio, dopo un breve intervento musicale del quartetto di violoncelli formato da Caterina Colelli, Alessia Bruno, Michele Ballo e Anastasia Rollo.

Ricordiamo che il prossimo appuntamento di Rovigo Cello City è mercoledì 4 settembre, alle ore 21, nella Chiesetta del Cristo, con il concerto Dal Nuovo Mondo, che vede protagonisti i violoncellisti Giovanni Gnocchi, Luca Simoncini e Luigi Puxeddu, accompagnati al pianoforte da Davide Furlanetto. Il concerto sarà ad ingresso gratuito per i soci dell’Associazione Venezze e per gli studenti del Conservatorio. Per i non soci il costo è di € 10 per il biglietto intero, € 5 per il biglietto ridotto riservato ai minori di 18 anni. I biglietti sono acquistabili mezz’ora prima nella sede stessa del concerto.

Ricordiamo che tutta la rassegna del Rovigo Cello City si svolge grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Banca del Monte di Rovigo, Ministero per i beni e le attività culturali, Regione del Veneto, Accademia dei Concordi, Conservatorio di Musica Francesco Venezze di Rovigo, Asolo Musica, Rotary Club Rovigo e con il patrocinio del Comune di Rovigo e della Fondazione per lo sviluppo del Polesine in campo letterario, artistico e musicale.
Articolo di Martedì 3 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it