Condividi la notizia

ECONOMIA

Sulla Zes i parlamentari democratici non avranno alibi

Leonardo Raito, sindaco di Polesella (Rovigo), torna a chiedere a gran voce un intervento del Governo per l’istituzione della zona economica speciale tra Marghera e il Polesine

0
Succede a:

POLESELLA (RO) - Un bel segnale di discontinuità con il precedente governo, il nuovo esecutivo potrebbe darlo istituendo, finalmente, la zona economica speciale tra Marghera e il Polesine. Si tratterebbe, senza dubbio, di un segnale di credibilità e attenzione alle tematiche dei territori settentrionali più in sofferenza.

“Come sindaci polesani - spiega Leonardo Raito - abbiamo appoggiato con forza il progetto di Confindustria Venezia-Rovigo per la zes, perché abbiamo intravisto quelle opportunità che potrebbero invertire una tendenza alla decrescita e allo svuotamento del territorio che tutti i dati stanno per certificare come inevitabile. Fino a poche settimane fa pareva che la ministra Lezzi, fortunatamente rimossa dal suo incarico, fosse uno dei maggiori ostacoli al percorso e a più riprese non avevamo mancato di sottolineare anche l’azione poco incisiva della Lega e dei suoi parlamentari e incaricati di governo, che a parole dicevano di sostenere il percorso salvo poi non appoggiarlo con la dovuta forza".

Governo Conte bis con il sostegno di Pd e Movimento 5 Stelle che potrebbe cambiare le cose.

"Ora che la maggioranza è cambiata - sostiene Raito - saranno i parlamentari democratici a non avere più alibi. E già nella prossima finanziaria potremo vedere se i segnali di apertura e disponibilità manifestati quando erano all’opposizione, verranno ora confermati. Il Polesine è un territorio che ha dati socio economici più vicini alle realtà meno sviluppate e produttive del sud Italia che ai territorio più vivaci del Nord-Est. Il treno ultimo rischia di passare una volta soltanto ed è per questo che chiediamo uno sforzo di comprensione e di attenzione. Richiediamo soltanto un sacrosanto diritto di cui altri stanno già beneficiando”.

 

Articolo di Domenica 8 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it