Condividi la notizia

LEGALITA'

Da Rosolina a Salerno per manifestare contro le mafie e a tutela dell'ambiente

Il sindaco Franco Vitale in trasferta ad Acciaroli, frazione di Pollica dove il primo cittadino, il pescatore Angelo Vassallo, è stato brutalmente ammazzato 9 anni fa dopo aver detto No alla mafia

0
Succede a:
SALERNO - Anche il sindaco di Rosolina Franco Vitale si è unito sabato 7 settembre alla marcia per Angelo Vassallo, ad Acciaroli, frazione del comune di Pollica, a Salerno, in onore del sindaco pescatore vittima innocente di mafia ucciso la sera del 5 settembre 2010.


La Festa delle Speranza è stata organizzata dalla Fondazione Angelo Vassallo di cui è presidente Dario e il fratello Massimo che continua a mantenere vivi i principi su legalità, lotta contro le infiltrazioni mafiose e tutela dell’ambiente. La marcia è partita dalla “grande onda” situata nel porto di Acciaroli costruita con bottiglie di plastica che al posto di inquinare i nostri mari, abbelliscono le piazze dando un segno di rispetto verso l’ambiente. Tra i vari partecipanti, cittadini e sindaci di tutt’Italia c’era anche il sindaco Franco Vitale di Rosolina: “Si è respirata solidarietà e fratellanza in un momento commemorativo per ricordare il grande lavoro che Angelo ha iniziato, che noi dobbiamo continuare e soprattutto tramandare i principi di legalità alle nuove generazioni affinché la verità faccia giustizia nei confronti di Angelo che ha sacrificato la sua vita per Pollica e noi tutti”.

Tutti, insieme al fratello Dario sono ancora alla continua ricerca della verità. Nove anni dopo non si conosce il killer del primo cittadino di Pollica. Nove anni dopo non si conoscono le risposte a troppe domande.
Articolo di Domenica 8 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it