Condividi la notizia

ISTRUZIONE 

Scuolabus comunale, mensa interna e vari progetti culturali

Suona la campanella, a San Bellino (Rovigo) l’amministrazione comunale ha fatto molto per alzare gli standard qualitativi degli istituti, arricchendo l’offerta formativa e i servizi per le famiglie

0
Succede a:

SAN BELLINO (RO) - Settembre tempo di ritorno sui banchi per tutti gli alunni delle due scuole di San Bellino, l’Infanzia “B. Luigi Guanella” e la Primaria “Giovanni Pascoli”. Due eccellenze che hanno confermato e ulteriormente arricchito la propria offerta formativa. 

La Scuola dell’Infanzia, istituto paritario ma operante in forte sinergia con le realtà comunali, accoglie tutti i bambini dal 3 ai 6 anni di San Bellino e dintorni proponendo moltissime attività. Tra queste basti citare il corso di educazione motoria con un esperto esterno, il progetto “Agriasilo” in collaborazione con l’Amministrazione comunale da svolgere nei mesi primaverili, la partecipazione ad eventi e ricorrenze quali la Festa dei Nonni che avvicinano così la scuola alle famiglie degli alunni. Diverse sono le uscite didattiche alla scoperta delle ricchezze del territorio.  

Punta di diamante della scuola è il servizio di mensa interno, gestito direttamente dal personale con un’apposita cuoca che quotidianamente prepara i pasti,  con cibi freschi e genuini, per tutti i bambini e per gli alunni della locale scuola primaria che usufruiscono del doposcuola pomeridiano, quest’ultimo servizio esteso anche agli studenti sanbellinesi della scuola secondaria di primo grado interessati.

La Scuola Primaria invece, afferente all’Istituto Comprensivo di Fiesso Umbertiano, è un’istituzione dalla lunghissima storia, ma che da pochi anni può contare su di una struttura interamente ristrutturata ed adeguata agli alti standard educativi previsti dal Ministero, anche con moderne aule sono dotate di LIM, la lavagna multimediale, e computer per lezioni e esercitazioni. L’equipe pedagogica, guidata dalla referente di plesso Nicoletta Fabbri, ha previsto per il corrente nuovo anno una serie di attività e servizi integrativi per arricchire il profilo dei suoi studenti. Entrambi finanziati dall’Amministrazione Comunale sono il progetto CLIL e il progetto Quadrifoglio. Con il primo si porta a scuola un’insegnante madrelingua inglese che affianca i docenti di classe nell’insegnamento di alcuni moduli in lingua straniera. Il secondo invece, in essere da molti anni, prevede la presenza di un maestro esterno in quiescenza che durante l’intero anno affianca i docenti ordinari nel recupero e consolidamento disciplinare degli alunni. Infine di grande interesse è il progetto “Fare e… scoprire” con la partecipazione di una pedagogista esterna, in particolare nello sviluppo delle competenze linguistiche e nella valorizzazione delle singole personalità degli studenti.

Molte inoltre sono le iniziative messe direttamente in campo dall’Amministrazione comunale di San Bellino, guidata dal sindaco Aldo D’Achille, per l’anno scolastico 2019/2020 presso le Scuola dell’Infanzia e Primaria. A presentarle è l’assessore all’istruzione e politiche educative Raffaele Campion che afferma “Il nostro intento è quello di dare pieno supporto e sostegno alle nostre due bellissime realtà scolastiche, due poli che lavorano spesso tra di loro. L’Amministrazione, come già faceva gli scorsi anni, si è impegnata nuovamente per poter arricchire le due offerte, sempre confrontandosi con le insegnanti e tutto il personale. Al di fuori delle attività educative ma fondamentale per le scuole è la conferma della gratuità a tutte le famiglie del servizio di trasporto scolastico. Tutti i bambini di San Bellino, e anche dei paesi vicini, hanno la possibilità di giungere presso i due istituti grazie allo scuolabus comunale”. 

Le due scuole saranno coinvolte in alcuni progetti culturali, interamente sostenuti economicamente dall’assessorato quali “Il Veneto Legge”, il 27 settembre, e “Libri infiniti”, la rassegna promossa dalla Provincia di Rovigo che porta nelle scuole polesane noti scrittori per bambini. Vera novità per l’anno è l’aver deciso di offrire un pacchetto di cinque tra letture animate e laboratori di promozione alla lettura ad entrambe le scuole, grazie alla collaborazione con la cooperativa Cedi. Questi verranno svolti all’interno dell’orario settimanale e vedono la partecipazione di esperti qualificati. Inoltre mensilmente gli alunni della Scuola Primaria avranno la possibilità di aver un giorno dedicato a loro in cui effettuare il prestito presso la Biblioteca Comunale, ricevuti direttamente dal Comitato di Gestione. La stessa possibilità verrà data anche ai bambini della Scuola dell’Infanzia, pensando con il personale degli incontri ad hoc. 

Articolo di Martedì 10 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it