Condividi la notizia

POLITICA

La frazione dimenticata

Sicurezza e decoro, a Grignano, frazione di Rovigo, lo invocano i residenti e il consigliere comunale della Lista Menon, Mattia Milan. Strisce pedonali assenti. monumento ai caduti con i nomi irriconoscibili. C’è tanto da fare

0
Succede a:

ROVIGO - “Da tempo Grignano si trova in un preoccupante stato di abbandono. Le segnalazioni da parte mia ed altri paesani sono state numerose nel corso degli anni, ma la situazione non è migliorata”.  Lo evidenzia con forza il consigliere comunale Mattia Milan della Lista Menon.

“La segnaletica orizzontale nella piazza principale, piazza Umberto I, permane nella sua assenza più totale, mettendo a rischio l’attraversamento dei pedoni, bambini, mamme col passeggino, anziani, che non sanno dove attraversare.

La principale via d’ingresso al paese, via Massimo d’Azeglio è in uno stato indecente, il parchetto pubblico del centro civico “ex scuole medie” presenta condizioni al limite del decoro urbano, a partire dal cancello pedonale d’ingresso, transennato da ormai 2 anni e una recinzione danneggiata e pericolante”.

Ma non finisce qui, a Grignano l’abbandono delle istituzioni nel corso degli anni ha toccato anche monumenti importanti.

“Gran parte delle osservazioni vengono rivolte da tempo anche al monumento dei caduti: nomi irriconoscibili, lastre di marmo che si staccano dal monumento; la manutenzione è rasente lo zero ed è tutto assai indecoroso. Di chi è la competenza sul buon mantenimento di questo monumento?

Vorrei richiamare l’attenzione dell’amministrazione sulle condizioni di una frazione che non è mai stata abituata a lamentarsi ma anzi, ha sempre sopperito all’assenza del comune grazie alla leva del volontariato nella maggior parte delle situazioni. Oggi però, la comunità del paese non può farcela da sola: Grignano ha necessariamente bisogno di manutenzioni ed interventi”.

Articolo di Mercoledì 11 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it