Condividi la notizia

TRIATHLON

I nerazzurri alla conquista di Sottomarina

Ricco il bottino Rhodigium allo sprint gold di Chioggia (Venezia) trasformato ben presto in un duathlon per le avverse condizioni meteo. Un oro ed un argento per il sodalizio di Rovigo

0
Succede a:

SOTTOMARINA (VE) - Non è stata l'invasione dello scorso anno, ma Rhodigium Team è stata di certo una delle squadre più rappresentate allo sprint gold di Chioggia, che si è svolto domenica 8 settembre a Sottomarina.

Putroppo le pessime condizioni meteo hanno imposto agli organizzatori di annullare la frazione di nuoto, trasformando di fatto la gara in un duathlon, che si è svolto sulle distanze di 3 km di corsa, 20 chilometri di bici e altri chilometri di corsa.
I circa 260 atleti non si sono fatti intimorire dalla pioggia e divisi in tre batterie si sono succeduti sul campo gara. 
Ricco il bottino Rhodigium, con un oro in categoria M1 maschile, grazie a uno Zampirollo in eccellente stato di forma, e un argento in M2 femminile, con la velocissima Manuela Magon.
Molti anche i piazzamenti di rilievo, con Francesca Ferraresi 4^ in S3 femminile, Claudia Martinelli, fortemente penalizzata dall'annullamento del nuoto, quarta in M3, Omar Bertazzo quinto in S3 maschile (ma il suo era un test post infortunio), ancora una medaglia di legno per il giovane Samuele Rizzi e per un soffio fuori dal podio anche il veterano Stefano Bruschi, sempre agguerrito.

In gara anche molte new entry del triathlon rodigino, quali Denis Mori, Andrea Martinelli, Luca Grinzato, Manuel Malanchin, Andrea Marchi, Denis Felisatti e Mirco Giacometti, che hanno portato a termine con soddisfazione la propria gara.

A Cesenatico, sempre domenica 8, si è tenuto uno splendido triathlon olimpico ed a portare i colori nero-blu della squadra è stato il più volte finisher Massimo Casaroli, che in categoria M4 (55-59 anni), si è piazzato sesto, con un crono di tutto rispetto di 2 ore e 22 minuti.

Al confine tra Piemonte e Lombardia, nel lago di Mergozzo (VB), invece, si è cimentato in una gara ben più spossante un altro alfiere del club Italtecnica, Filippo Veronese, in gara nel suo primo triathlon medio (1900 mt nuoto, 90 km bici e 21 km corsa), che ha concluso con grande soddisfazione in un tempo di 5 ore e 31 minuti.

Articolo di Mercoledì 11 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it