Condividi la notizia

FORMAZIONE

Delegazione polesana presente al meeting Movimento cristiano lavoratori

Otto giovani di Badia Polesine (Rovigo) hanno partecipato al seminario nazionale organizzato a Senigallia (Ancona) dal Movimento Cristiano Lavoratori. Relatori d’eccezione nel meeting che si è svolto dal 5 al 7 settembre 

0
Succede a:

SENIGALLIA (AN) - Una delegazione di giovani badiesi ha preso parte al seminario nazionale organizzato a Senigallia dal Movimento Cristiano Lavoratori ed intitolato “I corpi intermedi. La sfida al populismo ed alla tecnocrazia”. Giovanni Brasioli, Enrico Ravagnan, Anna Alfonsi, Marco Valle, Giada Massarente, Giulia Rossi, Nicolò Lovato e Tiziano Bersan hanno partecipato, da protagonisti, ad un evento che ha voluto mettere al centro della sua riflessione il diritto al lavoro, lo sviluppo economico e culturale, le prossime sfide dell’Italia e l’impegno a favore del bene comune. Durante il meeting, svoltosi dal 5 al 7 settembre, è stato posto l’accento su quanto sia importante la formazione di una coscienza critica soprattutto fra i giovani con l’obbiettivo di arginare i vari “mali” che, secondo Mcl, affliggono l’Italia di oggi: l’individualismo, la disoccupazione, il razzismo, la rabbia sociale, il fenomeno della tecnocrazia che ripone i destini dei governi nelle mani di piattaforme digitali con pochi iscritti, la demagogia ed il populismo che portano la massa a puntare il dito contro le istituzioni. 

Fra i relatori del prestigioso evento, oltre al presidente nazionale di Mcl Carlo Costalli, anche intellettuali del mondo accademico e politico (pure l’europarlamentare Massimiliano Salini), nonchè personalità di spicco del clero, come l’arcivescovo di Bologna Mons. Matteo Zuppi, che riceverà la nomina a cardinale da Papa Francesco nel concistoro del 5 ottobre. 

Si è inoltre registrata la partecipazione del vicepresidente nazionale, nonché presidente MCL Padova-Rovigo, Carlina Valle. “Il nostro Movimento - spiega la badiese Carlina Valle - orienta quotidianamente all'educazione al bene comune, stimolando una capacità di giudizio critico che contrasti un'assimilazione passiva dei modelli di vita tanto diffusi quanto inconsistenti. Ormai da anni si organizzano campus orientati soprattutto ai giovani, con lo scopo di promuovere lo sviluppo di un nuovo umanesimo, in cui sia al centro l'uomo e non il profitto, e dove l'economia serva l'uomo e non si serva dell'uomo. Mcl, quale movimento popolare, dimostra la propria presenza impegnandosi responsabilmente nella società, attraverso i propri circoli, le sedi, gli enti di servizio”. Gli 8 giovani badiesi partecipanti rientravano nella comitiva di Mcl Padova - Rovigo composta da 15 persone.

Articolo di Giovedì 12 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it