Condividi la notizia

SCUOLA

Istruzione anche in Carcere e venerdì cultuali

Quinto anno scolastico del Centro provinciale degli adulti di Rovigo che si prepara anche alla seconda rassegna dei venerdì culturali

0
Succede a:

ROVIGO - Il Centro provinciale degli adulti di Rovigo inizia il suo quinto anno scolastico con un’offerta formativa molto allettante.

Nato nel 2015 come istituzione statale rivolta ad un’utenza giovane – adulta  (dai 16 anni in su), con sede centrale a Rovigo, in via Mozart  8, e associate di Adria, per coprire il territorio del Delta, e di Castelmassa, per abbracciare invece l’alto Polesine, vede l’implementazione di un’altra sede,  presso la Nuova Casa Circondariale di Rovigo, a partire del corrente anno scolastico.

Il mandato istituzionale del Cpia  è  quello di contrastare la dispersione scolastica e favorire l’integrazione nel territorio degli adulti stranieri. Pertanto ogni anno si attivano corsi rivolti a tutti coloro che vogliono  acquisire il diploma di Scuola Secondaria di Primo Grado e corsi di lingua italiana. La collaborazione continua con la Prefettura di Rovigo consente inoltre la possibilità di svolgere i test di lingua italiana per l’ottenimento dei  permessi di soggiorno di lunga durata e le sessioni di Formazione Civica.

Oltre ai compiti istituzionali il Cpia di Rovigo sostiene la formazione continua, durante tutto l’arco della vita (Life-long learning) mediante un’offerta formativa che diventa di anno in anno sempre più ampia. Nello scorso anno scolastico, infatti, oltre ai corsi di lingua straniera, di cucina, di informatica e di yoga, grande impegno è stato profuso per la realizzazione della rassegna di incontri culturali dal titolo “I Venerdì Culturali del Cpia di Rovigo” che hanno offerto serate su temi storici, musicali, letterari, psicologici con interventi di specialisti qualificati. L’iniziativa ha goduto del patrocinio del Comune di Rovigo.

Quest’anno, a partire dalla metà di ottobre, inizierà la seconda rassegna dei venerdì culturali, con incontri quindicinali su argomenti che saranno poi approfonditi in corsi specifici nel corso dell’anno. Le nuove tematiche proposte spaziano dall’alimentazione biologica ai principi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica,  a  esperienze più pratiche che prevedono la realizzazione di un piccolo orto fino ad arrivare  all’architettura delle ville venete,  per far conoscere la complessità e la diffusione di un fenomeno chiamato dagli esperti del settore “Civiltà delle Ville Venete”. Argomenti tra i più svariati, come si può notare, che intendono arrivare a soddisfare gli interessi della comunità locale e non solo.

Il Cpia di Rovigo, attraverso il suo Il dirigente, Paola Malengo, e il suo staff (nella foto), con tutte le iniziative programmate,  contribuisce attivamente a  vivacizzare il territorio polesano nei suoi molteplici aspetti culturali.

 

 

 

Articolo di Sabato 14 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it