Condividi la notizia

EVENTI

Per molti è stato un flop

Problemi e qualche polemica per la fiera a Lendinara (Rovigo). L’assessore Franco Fioravanti conferma le lamentele e propone dei correttivi per il futuro. Urbanitas pungola l’amministrazione

0
Succede a:

LENDINARA (RO) – In merito ai commenti sul presunto flop del mercato fieristico appena concluso, l’assessore Franco Fioravanti ammette candidamente che alcune lamentele  accompagnate da defezioni si sono registrate in via Perolari. “Non posso negare, ha detto l’assessore, che il numero dei visitatori e quindi dei potenziali clienti è stato inferiore alle attese ma va detto che il meteo non è stato favorevole costringendo ad annullare alcuni eventi o spostarli all’ultimo momento come nel caso della sfilata al Balalrin”.  Va anche detto che via Perolari ha sempre sofferto una certa marginalità nella fiera di settembre, notoriamente più incentrata sulle celebrazioni mariane. “Mi sono confrontato, continua Fioravanti, con l’agente di polizia municipale addetto ai mercati e stiamo studiando dei correttivi per il futuro”.

Ai commercianti che non si sono presentati due volte consecutive (aprile e settembre), lasciando buchi fra le bancarelle, l’amministrazione comunicherà che il loro posto sarà assegnato a qualcun altro. Fra le ipotesi in cantiere c’è l’eliminazione delle bancarelle da via Perolari per dirottandole su altre vie, recuperando almeno 60 posti auto utili per i visitatori e coloro che si recano al luna park. “C’è tutto il tempo per ragionarci sopra e vedremo d’individuare la soluzione migliore” conclude l’assessore che, con l’occasione, intende riordinare il mercato settimanale del sabato, concentrando le bancarelle da piazza S. Marco a piazza Risorgimento.

Naturalmente anche Urbanitas esprime la propria opinione sul flop di via Perolari e sulla crisi delle attività commerciali del centro, facendo notare che i contributi regionali ricevuti tramite il Distretto urbano del commercio, sembrano aver avuto un effetto molto limitato per l’assenza di strumenti e strategie idonee a rivitalizzare le attività. A forte della crisi dei consumi che purtroppo non accenna ad allentare e la conseguente chiusura degli esercizi occorrono interventi strutturali e non straordinari perché il fenomeno non risparmia realtà anche potenzialmente fiorenti. Sicuramente, secondo Urbanitas, la prima leva su cui agire è valorizzare le attrattive di Lendinara.



Anche la Fiera appena conclusa offre spunti per capire come a livello organizzativo si possa fare di più. La dislocazione degli eventi avrebbe potuto interessare non solo il centro storico, come nel caso di "Opplà in Città", ma anche il percorso da piazza Risorgimento alla zona Luna Park per sfruttare le aree in modo più equilibrato. Anche Street Food, originariamente organizzato in Riviera Mazzini, collocato in piazza San Marco con una conseguente drastica riduzione dell'offerta di cucine, ha perso il proprio fascino e non ha registrato il successo della prima edizione.

Inoltre è mancato l'intrattenimento dedicato ai più giovani e la Mostra Mercato ha penalizzato la visibilità alle attività presenti, registrando scarsa partecipazione di visitatori. Insomma per Urbanitas l'amministrazione comunale, senza farsi scoraggiare dal corso degli eventi, è chiamata a individuare soluzioni efficaci. In questo senso anche la viabilità potrebbe contribuire. Il senso unico in direzione Rasa su via IV Novembre, di fatto, complica l'accesso al centro città. Per non parlare di via Cavour, da poco riaperta al traffico, che presenta un dissesto tale da non invogliare il passeggio.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Sabato 14 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it