Condividi la notizia

VOLLEY

Che serata a Padova per il gran galà della pallavolo veneta

In 250 persone hanno affollato la sala convegni del Best Western Plus Net Tower di Padova per la prima grande Festa della Pallavolo Veneta. Presente anche la Fipav Rovigo, premiate le eccellenze polesane

0
Succede a:

PADOVA - Un grande entusiasmo ha accolto la prima edizione della festa della pallavolo veneta, organizzata da Fipav Veneto lo scorso lunedì 16 settembre a Padova, nella cornice dell’hotel Best Western Plus Net Tower.

Alla presenza delle massime cariche federali nazionali, ovvero il presidente Bruno Cattaneo, il vice presidente Adriano Bilato, il presidente regionale Roberto Maso e il suo vice Giansante Piaser e con i presidenti dei comitati territoriali del Veneto in prima fila, sono state premiate le società e gli atleti che si sono distinti nella passata stagione vincendo titoli regionali o nazionali.

Tantissime le personalità di punta della pallavolo veneta presenti, tra cui il capitano della Kioene Padova Dragan Travica, l’atleta della Blu Volley Verona Enrico Cester, Terry Enweonwu dell’Imoco Volley Conegliano e Chiara Scacchetti, capitana appena nominata delle Sorelle Ramonda-Ipag Montecchio Maggiore.

Per Fipav Rovigo non poteva mancare il Delta Volley Porto Viro, che ha guadagnato la serie A3 dopo una stagione costellata di grandi successi. A ritirare il premio, il presidente Luigi Veronese, il direttore sportivo Gabriele Pavan e il tecnico Massimo Zambonin, anche per mano della presidente di Fipav Rovigo Natascia Vianello. 

Premiata poi anche Ludovica Franzoso, di Ariano Polesine, atleta che fino alla scorsa stagione era in forza al Gs Fruvit, e che in coppia con Letizia Cammillucci ha vinto il titolo italiano Under 18 di beach volley, portando i colori della regione Veneto fino alla finale della manifestazione Trofeo delle regioni beach.

Presenti alla serata anche i dirigenti della Pallavolo Occhiobello e del Project Star Volley che militeranno rispettivamente nel campionato di serie D maschile e femminile.

A fare gli onori di casa e a dare il benvenuto a tutti i presenti, il Presidente della Fipav Veneto Roberto Maso che inaugura la serata con una battuta: "Siamo stati costretti a fare questa serata" ha esordito Maso "costretti, ovviamente in senso buono, perché in questi ultimi mesi i risultati centrati dalle nostre società e dai nostri atleti a livello nazionale e internazionale sono stati talmente tanti e talmente prestigiosi da farci pensare che fosse giusto dedicare a tutti voi che siete l'anima del nostro movimento una vera e propria festa che possa premiare il lavoro, l'impegno e la grande passione che, non va dimenticato, sono elementi determinanti per raggiungere questi risultati".

Queste invece le parole del Presidente Fipav Bruno Cattaneo: "Siamo la 2^ Federazione sportiva in Italia dopo il calcio, ma al di là dei numeri quello che ci riempie di orgoglio sono i risultati che stiamo raccogliendo: tanto per intenderci in questi mesi di grandissimi successi il peggior risultato a livello di Nazionali giovanili è stato un argento, tanto che possiamo dire con orgoglio di essere la federazione più vincente tra tutte quelle degli sport di squadra. Devo dire che la cosa straordinaria del nostro movimento è il fatto di riuscire a coniugare un altissimo livello tecnico con una grande radicamento nel territorio e in quelle piccole realtà locali che sono il vero cuore del nostro movimento. Credo che, oltre alle ovvie competenze e alle capacità di chi lavora dentro e fuori dal campo, la differenza la stia facendo la grande passione per il nostro sport: con la passione superiamo tutte le difficoltà e i momenti di crisi; grazie alla passione noi andiamo sempre avanti, per cui oltre all'in bocca al lupo a tutti per la stagione che sta per iniziare, volevo dirvi grazie, grazie davvero di cuore per tutto quello che fate".

Adriano Bilato, ribadita la soddisfazione per i grandi risultati di questi ultimi mesi, sottolinea l'impegno della federazione in ambito giovanile: "Con grandissimo piacere abbiamo riscontrato che è tornato il "segno più" per quanto riguarda i tesseramenti che sono cresciuti sia in ambito maschile che in ambito femminile. Nel periodo dei "segni meno" ci siamo guardati in faccia e abbiamo capito che dovevamo far divertire i bambini e abbiamo cominciato a investire tantissimo nel Progetto S3 sia nelle scuole che con le società: abbiamo piantato un seme che sta germogliando e siamo convinti che l'aumento dei tesserati e l'abbassamento dell'età di tesseramento verso la fascia dei 6-12 anni sia il frutto di questo grande investimento e di questa scommessa che, con grande soddisfazione e grande orgoglio, stiamo senza dubbio vincendo".

Dopo i saluti di rito e le foto di gruppo, restano le parole di ringraziamento e di apprezzamento del Presidente Cattaneo che ha salutato la platea con un sentito e apprezzato: "Il Veneto si conferma una regione straordinaria dal punto di vista pallavolistico. Cosa posso dire . è stata una serata bellissima e sono molto, molto contento di far parte di voi". 

Articolo di Martedì 17 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it