Condividi la notizia

DEVOZIONE

A Lendinara le pantofole di San Francesco che confezionò Santa Chiara

Dal 24 settembre al 6 ottobre saranno esposte le reliquie delle ciabatte in pelle davanti all'altare nella chiesa dei frati Cappuccini

0
Succede a:
LENDINARA (ROVIGO) - Arriveranno a Lendinara il 24 settembre le relique delle ciabatte di San Francesco, normalmente esposte nella chiesa di Assisi. L'accoglienza avverrà nella chiesa di S. Sofia alle 18.30, al termine una processione arriverà fino al convento dei Cappuccini. Fino al 6 di ottobre le ciabatte di San Francesco saranno esposte ai fedeli proprio all'interno della Chiesa dei frati, un serrato servizio di sorveglianza è già stato organizzato tra le associazioni di Lendinara e dintorni. 

Il clou delle solennità sarà proprio il 4 ottobre, giorno in cui ricorrono i festeggiamenti di San Francesco d'Assisi. La messa principale è quella delle 20.30 che sarà presieduta dal vescovo monsignor Pierantonio Pavanello, a cui seguirà la solenne processione per le vie della città con la partecipazione delle autorità cittadine e dei comuni limitrofi. In tarda serata interverrà anche la banda Città di Lendinara e per finire ci saranno i fuochi pirotecnici.

Le pantofole di San Francesco, si narra, furono realizzate da Santa Chiara, usate verso la fine della vita, quando aveva forte difficoltà nel camminare, dovuta alle stimmate.
"I medici che hanno esaminato il corpo -  cita il sito www.fratellofrancesco.org - hanno detto che da queste ossa si vede proprio che S. Francesco aveva grandi dolori ai piedi. I suoi piedi erano diventati a forma di barca, inarcati per non sentire il dolore sulla punta dei piedi. Santa Chiara infatti gli aveva realizzato delle pantofole molto spesse, ora esposte tra le sue reliquie, per non toccare per terra e avere dolore".
Articolo di Mercoledì 18 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it