Condividi la notizia

TRIATHLON

Peschiera e Nazioni: Rhodigium sempre sul pezzo

Podi ed ottimi piazzamenti per la Rhodigium (Rovgo) al Kuota Trio Triathlon Olimpico Peschiera del Garda e la Lido della Nazioni (Ferrara)

0
Succede a:

PESCHIERA DEL GARDA (VR) - Un altro week-end di imprese sportive per il triathlon rodigino, che ha schierato una discreta compagine al Kuota Trio Triathlon Olimpico Peschiera del Garda, sabato 14 settembre 2019.
In una giornata particolarmente buona dal punto di vista climatico, al punto che nel nuoto è stato precluso l'utilizzo della muta, gli atleti hanno affrontato le classiche distanze della gara olimpica (1500 mt nuoto, 40 km bici, 10 km corsa) su di un campo gara molto suggestivo, che dalla spiaggia di Peschiera ha portato gli atleti a raggiungere a nuoto le mura della città e passandovi sotto, all'interno del canale, si sono poi diretti, una volta inforcata la bici, lungo il vallontato e muscolare percorso a sud del lago, per poi rientrare nella cittadina e concludere con una corsa su e giù dai massicci torrioni.



Ottima la prestazione di Arianna Tomaini, che con un crono di 2 ore e 46 minuti si è piazzata 17^ M1, seguita da Maddalena Gardan, 2 ore e 53, che per l'occasione ha vestito i panni del Volkswagen Team assieme a niente di meno che Massimiliano Rosolino.
Tra gli uomini, eccellente Gian Luigi Vecchiatti, ottavo M1, ma primo assoluto del circuito Trio Volkswagen, che assomma i tempi staccati nelle tre gare di Sirmione, Bibione e Peschiera appunto!

Bei riscontri cronometrici anche per Zampirollo, Fini, Casaroli e Zamolo.

Sempre a Peschiera, il giorno successivo, si è svolto invece la gara in distanza sprint. Molti anche in questo caso i portacolori Italtecnica.
Le quote rosa sono state rappresentate dalla tenace Alice Munerato, settima in categoria S4, mentre il miglior piazzamento in classifica maschile lo ha ottenuto anche il più veloce, ovvero Michele Aglio.
Dopo di lui, a poca distanza, Alberto Garavello, Marco Bartolini, Alberto Ceschelli, e via via a seguire Roberto Portesan, Alberto Puato, Luca Spolaore e Giovanni Gheller.

Al lido delle Nazioni, invece si è tenuto l'Irondelta nelle distanze sprint e Olimpico.

La frazione acqua si è svolta in mare, parallelamente alla costa, mentre la frazione bici, completamente pianeggiante, si è svolta in un circuito chiuso al traffico (Strada Panoramica dei Lidi). Infine la corsa, un bastone sul lungomare da ripetere più volte.
Nello sprint (sabato 14 settembre) bronzo per Stefano Bruschi, in categoria M5; Pavan Enrico chiude con un ottimo 1:11, unidcesimo M1, seguito da Andrea Martinelli, Alessandro Milani, Mattia Trombon e Gian Franco Natali. Unica donna in gara Simona Gavioli, che è arrivata al traguardo dopo una gara rocambolesca.

Nell'olimpico, tenutosi il giorno dopo, 15 settembre, il podio di giornata va alla sempre ottima Claudia Martinelli, che sale sul secondo gradino del podio confermando il proprio talento. Giampietro Giomo il più veloce degli uomini, con un tempo di 2:14:29, seguito sa Matteo Villani, 2 ore e 18 minuti, peraltro quarto in categoria S2.

 

 

 

Articolo di Giovedì 19 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it