Condividi la notizia

CULTURA

Al prestigioso appuntamento anche il Liceo Scientifico Paleocapa 

Per il premio poesia e prosa Raise 2019, ad Arquà Polesine (Rovigo), ampio spazio anche alla sezione giovani e alla scuole

0
Succede a:

ARQUA’ POLESINE (RO) - Sabato 14 settembre alle ore 17 presso il castello di Arquà Polesine si è tenuta la XXVII edizione del Premio di poesia e prosa nei dialetti di lingua veneta, Raise 2019, con il patrocinio della Regione Veneto e della Provincia di Rovigo.

L’appuntamento con Raise diventa annualmente l’occasione per un incontro con la produzione letteraria di scrittori di origini venete, anche lontane, quindi non solo da Rovigo a Treviso ma anche dal Brasile all’Australia, incontro fatto di vivida condivisione di affetti e memorie.

Il sindaco di Arquà Polesine, Chiara Turolla, ha dato inizio all’evento, che si è valso della solerte collaborazione  di Luigi Carlesso, assessore alla cultura e segretario del Premio stesso.

Ampio spazio è stato attribuito alla sezione Raise dei giovani quale omaggio della giuria e dell’amministrazione arquatese alle scuole che si sono distinte nella produzione di lavori attinenti al microcosmo polesano. 

Attività sono state svolte dagli alunni delle classi 3^ A e B della Scuola Primaria, 3^ C e D della Secondaria di primo grado di Arquà, queste coordinate dai docenti Marroni e Trevisan. Per le scuole superiori, vanno segnalati  I festoni negli affreschi del Castello di Arquà Polesine, ricerca condotta dalle studentesse dell’Istituto Agrario di S. Apollinare di Rovigo Toffano e Grillanda, seguite dai professori Saltarin e Tibaldo, e Alla scoperta del sistema viario romano in ambito polesano: aspetti e casi esemplari, risultato dello studio condotto dall’attuale classe II^ B (sezione Scienze Applicate) del Liceo Scientifico Statale “P. Paleocapa” di Rovigo.

In quest’ultimo caso la docente Milan ha coinvolto gli studenti in un percorso comprensivo di vari steps, tra cui la lezione del dottor Raffaele Peretto, uno dei principali esperti di viabilità romana, relativa  soprattutto al metodo storico e la visita della sezione dedicata alla via Annia presso i Musei Civici di Padova. 

In effetti, la ricerca sulle antiche vie Annia e Popilia ha costituito l’occasione per un approfondimento del ruolo delle strade romane in ambito locale a livello urbanistico, militare, economico e sociale.

Il lavoro di gruppo, che ha connotato la parte prevalente del percorso, ha visto gli studenti lavorare in modo sollecito e collaborativo. In sintesi, la giusta sinergia tra scuola e territorio, nel raggiungimento di obiettivi didattici, formativi e di consapevolezza storica.

 

Articolo di Martedì 24 Settembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it