Condividi la notizia

ISTITUTO COMPRENSIVO ROVIGO 2

Giocare in tante lingue, al Venezze si fa

Festeggiata al Giornata europea delle lingue nel cortile della scuola media di via Casalini a Rovigo: due classi hanno organizzato delle "prove" poliglotte per i colleghi delle primarie Donatoni

0
Succede a:

ROVIGO - La Giornata europea delle lingue è stata festeggiata anche a Rovigo: gli alunni della scuola media Francesco Venezze di Rovigo, guidati dall'insegnante di tedesco Giulia Zen, hanno organizzato giochi e attività per gli alunni di quinta della scuola primaria Donatoni.
La Giornata europea delle Lingue, istituita dal Consiglio d'Europa nel 2001, ricorre ogni anno il 26 settembre, con l'obiettivo di promuovere e preservare le diversità linguistiche, incrementare il plurilinguismo e la comprensione interculturale.
Quest'anno hanno partecipato 60 Paesi, con ben 1268 eventi programmati e 319.792 persone iscritte e tra questi gli studenti rodigini del Venezze.

L'organizzazione della mattinata rientra nel progetto eTwinning In verschiedenen Sprachen (= In lingue diverse), in cui i ragazzi del Venezze hanno avuto modo di conoscere sulla piattaforma i coetanei degli altri Paesi Europei e di imparare da loro a presentarsi nelle più svariate lingue straniere.

La mattina del 26 settembre i bambini della Donatoni, accompagnati dall'insegnante Donatella Strenghetto e da Letizia Renesto, sono stati accolti al Venezze, e, divisi in gruppi e dotati di schede punti, hanno affrontato le varie prove per diventare dei veri cittadini europei!
Sullo scalone della scuola li aspettavano i ragazzi di 2B con domande sull'Unione Europea, dietro alla fontana dovevano indovinare Stati e bandiere, e infine al centro del cortile gli “esperti” linguisti di 2A, in una sorta di peer education, hanno insegnato loro a presentarsi in tutte le lingue dell'Ue, da quelle più parlate, come tedesco, inglese, francese o spagnolo a quelle meno conosciute, dal lettone al finlandese, al rumeno, al ceco, allo sloveno, al bulgaro e così via.
Tutti a caccia di punti dunque per avere i bonus e i premi finali!

“E davvero bravi i ragazzi del Venezze, che sono riusciti a gestire le attività in modo autonomo e responsabile, - commenta la professoressa Zen - a creare un clima allegro e festoso e a trasmettere il messaggio fondamentale: imparate tante lingue e potrete viaggiare, instaurare nuove amicizie, capire meglio le altre persone e superare le differenze culturali!”.

Articolo di Martedì 1 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it