Condividi la notizia

POLITICA ADRIA

Barbierato confida nel "ripescaggio" dopo le Regionali 2020

Lamberto Cavallari getta il sasso dell'isolamento di Adria dal Delta, anche Forza Italia critica l'esclusione dalla dirigenza dell'ente parco del Delta, ma il sindaco etrusco si dichiara fiducioso per la prossima tornata

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Lo slogan “Adria porta del Delta” rischia di rimanere solamente l’ennesimo spot dell’amministrazione Barbierato, buono solo per raccogliere consensi in campagna elettorale". Così Giorgio Crepaldi del partito di Forza Italia adriese, che attacca chiaramente l'amministrazione comunale in base alla riunione svoltasi venerdì 27 settembre a Porto Viro (LEGGI ARTICOLO), con la possibile nomina di quattro rappresentati per l'ente Parco, che verranno presentati al governatore Luca Zaia. 

"L’esclusione di Adria dell’organismo dirigenziale dell’ente Parco Delta del Po testimonia, ancora una volta, l’inerzia dell’amministrazione civica di palazzo Tassoni e la lontananza di questa da argomenti che potrebbero segnare occasioni di sviluppo per l’intero territorio". "Nonostante le promesse e i proclami propinati in campagna elettorale, il Delta e le sue ricchezze sembrano gravitare ancora molto distante dalla seconda città del Polesine, sopita spettatrice delle glorie altrui".

Concludendo: "L’amministrazione Barbierato, purtroppo fedele a sé stessa, si dimostra immobile e preoccupata di fare il “compitino” piuttosto che ritagliarsi un ruolo di riferimento con iniziative ed investimenti concreti". "Il turismo come risorsa, ricollegata al panorama del Delta, non passa per la nostra città né coinvolge la nostra amministrazione, più concentrata ad installare nuovi velox o a stabilire bigotti divieti. Quello che rileva, in conclusione, è l’assenza di una visione futura e di sviluppo che isolerà maggiormente Adria e la terrà sempre più distante da realtà così vicine ma, purtroppo, così lontane".

A tali parole e provocazioni e dopo quello che è stato dichiarato dal consigliere di minoranza Lamberto Cavallari (LEGGI ARTICOLO), è il sindaco Omar Barbierato che in consiglio comunale martedì 1 ottobre, risponde a tono: "Vorrei far capire ai consiglieri che è stato sottoscritto un documento da tutti i nove sindaci della comunità del Delta in cui ci sarà un primo mandato che arriverà fino alle elezioni regionali, dove i rappresentati potranno essere Maura Veronese di Porto Viro, Moreno Gasparini di Loreo, Franco Vitale di Rosolina e Sandro Vidali di Ariano nel Polesine; mentre dopo le elezioni i tre nomi proposti saranno Omar Barbierato di Adria, Roberto Pizzoli di Porto Tolle e Michele Domeneghetti di Corbola, oltre all'esperto che verrà segnalato dai comuni di Papozze, Taglio di Po e Ariano nel Polesine". 

"Per cui mi sembra chiaro che quello che è stato detto impropriamente da certi consiglieri e da altri partiti senza la coscienza di questo documento non è vero, dato che Adria ha lavorato tanto in questi medi, adesso sta alla Regione dare ascolto al territorio".
Articolo di Mercoledì 2 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it