Condividi la notizia

AMBIENTE e RIFIUTI SPECIALI

Polaris fa paura: troppo vicina ad asilo ed abitazioni

Un gruppo di mamme di Ceregnano (Rovigo) scrive per la seconda volta al sindaco Ivan Dall'Ara e chiede che venga individuata una nuova collocazione per la società che si occupa di rifiuti speciali anche pericolosi

0
Succede a:
CEREGNANO /Rovigo) - Avevano già scritto lo scorso 23 di settembre, ma il sindaco di Ceregnano Ivan Dall'Ara non ha ancora risposto, un comitato di mamme della frazione di Lama si rivolge quindi alla stampa chiedendo aiuto.

"Siamo le mamme dei bambini che frequentano Lama e Ceregnano e siamo molto preoccupate da quanto sta accadendo intorno al luogo dove ogni mattina portiamo i nostri figli e dove in futuro  prevista la nascita di un parco giochi. La Polaris, azienda collocata a poche decine di metri dall'asilo e dal centro di Lama e che si occupa di smaltire rifiuti speciali, si è trovata a gestire una emergenza legata, lo abbiamo appreso dai quotidiani, al rinvenimento da parte di Arpav, durante una ispezione a sorpresa, di candelotti scaduti di segnalazione per barche (LEGGI ARTICOLO), ma comunque ancora potenzialmente esplosivi".

"Abbiamo appreso dalle sue parole, sempre riportate dai quotidiani, che tale deposito di stoccaggio, ospita rifiuti speciali e pericolosi come amianto, vernici, batterie e fitofarmaci, e chissà quali altre meraviglie, aggiungiamo noi. Attraverso le parole dei cittadini più anziani e una, non tranquillizzante, esperienza diretta, abbiamo appreso di diversi episodi di combustione, sversamenti nello scolo prossimo al magazzino verso nord e, nel 2016, l'incendio di tubi in gomma, vernici e un muletto per spostare rifiuti. Non crediamo che lei, signor sindaco, non sia a conoscenza delle sostanze nocive, diossine in primis, che si possono sprigionare dall'incendio di tali oggetti e sostanze. E non crediamo neppure che non sappia cosa accadrebbe nel caso che, per un qualche incidente, magari una piccola esplosione, si liberassero fibre di amianto nell'aria. Lei, che vive a Villadose, sarà magari più sereno rispetto alla questione, ma, onestamente, le sembra normale che un tale potenzialmente pericoloso sito insista nel centro di un paese e in prossimità di un asilo con nido annesso?".

"La nostra preoccupazione di madri e cittadine ci porta a rivolgerci a lei perché si attivi per togliere questo pericolo incombente dalle teste dei bambini e dei cittadini di Lama trovandogli una collocazione consona lontano dai centri abitati".
Articolo di Giovedì 3 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it