Condividi la notizia

DELEGHE

Il dubbio di Urbanitas: "Quale autorevolezza può avere un consigliere delegato?"

Il gruppo politico rappresentato da Alessandro Ferlin in consiglio comunale, solleva il caso di Federico Amal, incaricato dal sindaco a rappresentare Lendinara sulle tematiche socio sanitarie

0
Succede a:

LENDINARA (ROVIGO) – “Apprendiamo con stupore che il sindaco ha delegato il consigliere comunale Federico Amal a rappresentare Lendinara sulle tematiche socio sanitarie a livello provinciale”, così inizia il post su Facebook di Urbanitas del 29 settembre. “Ma è così che questa amministrazione ha a cuore il futuro dei propri cittadini in tema di salute, pianificazione e organizzazione delle strutture sanitarie del territorio polesano?” si chiede Urbanitas che lamenta l’assenza del Sindaco o di qualche assessore. “Saremo rappresentati da un semplice consigliere comunale delegato, che per statuto non può neanche sovraintendere l'ufficio preposto e che in aggiunta di professione fa tutt'altro”, prosegue il comunicato postato su facebook, nel quale il gruppo di opposizione s’interroga con quale autorevolezza, il delegato potrà far valere gli interessi dei cittadini Lendinaresi, di fronte a tutti gli altri sindaci che si potrebbero sentire autorizzati a snobbare la quinta comunità per numero di abitanti della provincia. 

“Che c'è il massimo rispetto per la persona di Federico - aggiunge Andrea da Corte, da noi avvicinato, che aggiunge - il post non voleva colpire la persona ma il modo da parte della maggioranza di interpretare le situazioni secondo la convenienza politica e opportunità di avere incarichi”. 

La preoccupazione di Urbanitas pare proprio questa: che gli altri sindaci potrebbero snobbare Lendinara nel prendere decisioni anche importanti.  

La domanda che Urbanitas si pone è politica: “Forse al Sindaco non interessa la salute pubblica o deve semplicemente ripagare un assessore mancato o una mancata promessa?” O, forse, maliziosamente insinua il gruppo di opposizione, alla maggioranza interessa di più la spartizione delle cariche in stile manuale Cencelli anziché il benessere dei propri concittadini?

“Lasciamo ai lendinaresi le risposte” ma Urbanitas ritiene questo tema, prioritario e perciò ritiene che sarebbe stato necessario mettere in campo le migliori energie e il massimo impegno per la salute pubblica e per i servizi socio sanitari, in un momento in cui i tagli degli enti superiori si stanno abbattendo sul già precario sistema sanitario, togliendo anche i servizi minimi indispensabili al cittadino, per altro mediamente sempre più anziano. Alessandro Ferlin, avvicinato, non ha ritenuto integrare il post, giudicandolo esaustivo. Per la cronaca ricordiamo che a Lendinara i Servizi sociali sono in capo al Sindaco e che Amal non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

 

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Giovedì 3 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it