Condividi la notizia

DIRITTI ESCLUSIVI DI PESCA

L'incubo per i pescatori sembra finito: ancora 20 giorni e poi i 15 anni di proroga

Il sindaco di Porto Tolle Roberto Pizzoli ha formalmente depositato in Provincia di Rovigo la proposta di delibera da votare in consiglio provinciale per l'affidamento da 15 anni in favore del Consorzio cooperative pescatori del Polesine

0
Succede a:
ROVIGO - Da Porto Tolle a Rovigo per depositare formalmente la proposta di deliberazione provinciale per l'affidamento a 15 anni dei diritti esclusivi di pesca detenuti dalla Provincia di Rovigo. La trasferta del sindaco Roberto Pizzoli termina verso le 13 quando comunica di aver richiesto la convocazione del consiglio provinciale per votare la proposta di delibera a firma sua, di Valeria Mantovan, di Francesco Siviero, di Alberto Martello e Sara Mazzuccato.

Il presidente Ivan Dall'Ara dovrà quindi convocare il consiglio entro i 20 giorni previsti e, con parere negativo del segretario generale, porterà in discussione ed al voto la delibera.
La proposta di delibera si basa sul parere favorevole reso dall'Avvocatura di Stato, secondo la quale l'attività di pesca rientra nelle attività produttive inserite nella finanziaria del 2019, e quindi la proroga di 15 anni sui demani delle coste sarebbe consentito.

Le preoccupazioni per il Consorzio cooperative pescatori del Polesine di Luigino Marchesini e delle 14 cooperative associate sembrano quindi destinate a finire prima del finire del mese di ottobre.
Articolo di Venerdì 4 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it