Condividi la notizia

LAVORO

Attacco frontale dei sindacati alla Fresenius

Manifestazione unitaria di Femca Cisl, Filctem Cgil e Uiltec Uil a Villadose davanti alla fabbrica chimica per sensibilizzare i dipendenti sulla totale mancanza di dialogo con la direzione

0
Succede a:
VILLADOSE (Rovigo) - Una manifestazione unitaria delle segreterie territoriali di Femca Cisl, Filctem Cgil e Uiltec Uil di fronte ai cancelli della Fresenius Kabi di Villadose.
Destinatari dell'azione di volantinaggio i lavoratori dipendenti della Fresenius
per denunciare ed informarli che si è ormai arrivati al terzo anno consecutivo senza la componente integrativa nel trattamento economico salariale.

Le ragioni sono state espresse in un documento consegnato dai sindacati ai lavoratori della multinazionale chimico farmaceutica.


"Le ragioni derivano dal dietro front della Fresenius, nonostante ormai si fosse ultimato il lavoro preparatorio, fatto di mancati riscontri ai nostri solleciti e dal palese rifiuto di sedersi al tavolo di contrattazione. Ci siamo attivati - scrivono i sindacati - per portare in Germania la situazione di Villadose con una specifica relazione letta nella riunione delle rappresentanze sindacali europee (il “CAE”), per cercare di suscitare l'interesse dei vertici del gruppo affinchè fosse chiesto conto alla dirigenza locale di quanto evidenziato.

Dalla direzione di Fresenius, da mesi, nessun segnale di vita. Totale assenza di alcuna relazione sindacale.

Nessun riscontro in merito alla richiesta di chiarimenti in tema di video sorveglianza, nessuna risposta alla richiesta di prendere visione dell’andamento dei parametri che misurano le performance dello stabilimento, nessun riscontro sull’inquadramento come “intermedi” (dicitura che non appare nel contratto nazionale chimico).

Pressioni individuali che inibiscono la libera partecipazione alle assemblee sindacali.

Da ultima, la nostra richiesta del 17 giugno, con cui si richiama l'art. 67 del Contratto nazionale dei chimici, che pone l'obbligo di consegnare copia dello stesso Ccnl ad ogni lavoratore. Nessun contratto nazionale è stato consegnato ai dipendenti di Villadose, in spregio alla regola chiaramente scritta".

"Sorvoliamo poi sui reparti continuamente in affanno e sotto organico - affondano i sindacati - sulle continue dimissioni di colleghi che se ne vanno, sugli errori nelle buste paga, sulla mancanza di accordi sindacali di reperibilità e sui turni, su parcheggi e spazi mensa ormai palesemente inadeguati, sulle mancate risposte a quanto viene chiesto dalla comunità locale in termini di attenzione alla salute e all'ambiente".

Infine l'appello accorato agli oltre 200 dipendenti di Villadose: "E' giunto il momento che sappiate tutti della assoluta mancanza di attenzione che l'azienda sta assumendo nei confronti dei propri dipendenti. Chiediamo a Fresenius di smetterla con questo assurdo silenzio".
Articolo di Venerdì 4 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it