Condividi la notizia

ECOMAFIE

Daniele Cordone: Urge un comitato antimafia per i rifiuti speciali in Polesine

Il segretario di Fratelli d'Italia di Fiesso Umbertiano ricorda i recenti fatti di cronaca che vedono capannoni dismessi trasformati in discariche abusive in provincia di Rovigo ed invita ad agire subito

0
Succede a:
FIESSO UMBERTIANO (Rovigo) - Il segretario di Fratelli d'Italia di Fiesso Umbertiano Daniele Cordone, dopo gli sviluppi investigativi sulle discariche abusive di rifiuti speciali, con arresti in Veneto (LEGGI ARTICOLO) continua a parlare del problema Tecpool, azienda chiusa da anni nel suo territorio, con i sigilli dei carabinieri, di cui non si sa più nulla.

Con l'immancabile sigaro in bocca Cordone si fa immortalare di fronte ai cancelli di quella che è stata forse la prima "scoperta" del caso. "Ricordo la ex Tecpool, sequestrata dai carabinieri già tempo fa e piena zeppa di sacchi di rifiuti" Il referente del partito di Giorgia Meloni parla di un fenomeno gravissimo dove non si può abbassare la guardia e dove molti capannoni abbandonati possono essere covi perfetti per le organizzazioni criminali che si occupano di smaltimento illecito di rifiuti speciali, le cosiddette ecomafie.

Secondo Cordone diventa necessario un censimento senza superficiali distrazioni sui capannoni dismessi potenzialmente trasformabili in discariche abusive. "Urge la costituzione di un comitato antimafia regionale e provinciale, così come già istituito in altre Regioni italiane, presente sul territorio perchè il Polesine non deve diventare ricettacolo di pattume, potenzialmente tossico. Bisogna promuovere iniziative di sensibilizzazione per interessare i cittadini, ma anche i proprietari dei capannoni, che magari per 500 euro al mese affittano siti dismessi e poi se ne lavano le mani. E' necessario iniziare a prendere seriamente in considerazione il problema e chiamarlo con il proprio nome: eco mafia".
Articolo di Lunedì 7 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it