Condividi la notizia

RUGBY

L’imbarazzo della scelta

FemiCz Rovigo con una rosa completa e competitiva con un perfetto mix di giovani e giocatori esperti. Con gli ultimi colpi di mercato in prima e seconda linea, i Bersaglieri possono lottare per vincere

0
Succede a:

ROVIGO - Con l’operazione Lubabalo 'Giant' Mtyanda (LEGGI ARTICOLO) non si dovrebbe concludere il mercato della FemiCz Rovigo, per completare la rosa, visto l’infortunio di Vecchini (LEGGI ARTICOLO) che di fatto ha concluso la stagione. Servirebbe un pilone sinistro di prospettiva per le partite meno impegnative, ma c’è tempo.

Venerdì è atteso a Rovigo Jacobus Mienie (LEGGI ARTICOLO), pilone sudafricano dalle indubbie qualità tecniche, con la seconda linea di peso specifico e con esperienza nel rugby che conta (Currie cup inclusa), la rosa a disposizione di coach Umberto Casellato ha assunto proporzioni più consone agli obiettivi della FemiCz.

Senza contare eventuali possibili infortuni, il tecnico trevigiano avrà il suo bel da fare per incastrare il puzzle, moderando i minutaggi, per arrivare nel periodo playoff al top della forma. Dopo due amichevoli vere (Fiamme Oro e Calvisano, una vittoria ed una sconfitta), e due partite di Coppa Italia (doppio successo contro I Medicei e il Colorno), si può già fare un piccolo bilancio.

Casellato sui giovani ci vede lungo, dopo aver portato a Rovigo Gianmarco Piva e Marcello Angelini, oltre ad altri ragazzi di buona prospettiva, sembra aver azzeccato anche quelli nuovi. Se per Ruggeri, numero 8 della Nazionale Under 20, era più prevedibile un suo veloce ambientamento, anche Liut (ex Valsugana) ha fatto vedere cose egregie. 

Con piacere abbiamo visto notevoli progressi del giovane pilone Francesco Rossi, e il ritorno in campo dello sfortunato Pomaro, durante la stagione Kino Properzi, tecnico della mischia, avrà bisogno anche di loro.

Di Diego Antl abbiamo già sottolineato l’importanza, al suo fianco giovani rodigini che scalpitano come Moscardi e Modena, ma è tutto il reparto arretrato che offre garanzie importanti. Con l’arrivo di Bacchetti (mese di novembre), Casellato avrà la possibilità di scegliere su chi schierare all’ala tra Odiete e Cioffi (anche nel ruolo di estremo), il giovane Mastandrea, il solido Barion e Lisciani.

Se in mediana Menniti-Ippolito offre garanzie, soprattutto con il gioco al piede, James Ambrosini (che può giocare anche primo centro) ha caratteristiche diverse, ma che forse si prestano maggiormente al gioco di Casellato. Per i giovani Citton e il rodigino Visentin ci sono ampi margini di miglioramento, ma le chiavi della mischia in mano a Piva sembrano essere solite (Benetton permettendo).

Nel pacchetto la prima linea non solo offre garanzie, ma appare a questo punto, nonostante la partenza di Brugnara (Calvisano e Zebre, ndr), tra le più competitive del campionato con l’innesto di Mienie al fianco di Momberg e con D’Amico a destra.

Seconda linea di peso se necessario, con capitan Ferro e Lubabalo 'Giant' Mtyanda, e terze linee tutto cuore e gambe con Vian, Lubian, Ruggeri, con Liut e Sironi (quando si sarà ripreso dall’incidente automobilistico LEGGI ARTCOLO) che scalpitano per mettersi in evidenza. Senza dimenticare i polesani Michelotto e Mantovani che possono giocare anche in seconda linea. Completano il pacchetto sempre in seconda i giovani Parolo, Nibert e Canali, e il pilone destro Pavesi.

Giovani di qualità che garantiscono la giusta rotazione nelle partite meno impegnative, ma che hanno dimostrato anche in scontri decisivi di essere sul pezzo, un nome su tutti quello di Pippo Cadorini. Resta un mistero il fatto che non abbia mai fatto parte di qualche selezione Azzurra, ma qui si dovrebbe aprire un capitolo a parte. Al tallonaggio ci sarà spazio anche per il giovane Giacomo Nicotera. Il campionato dei Bersaglieri partirà da Piacenza il 19 ottobre (LEGGI ARTICOLO)., e se la touche e la mischia funzionano come in Coppa Italia, Casellato potrà divertirsi. 

Giorgio Achilli

 

 

 

Articolo di Lunedì 7 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it