Condividi la notizia

CULTURA

Costituita l’associazione che dovrà far funzionare la Piccola Fenice

E’ nata l’associazione Teatro Sociale Eugenio Balzan, la firma in Comune a Badia Polesine (Rovigo). Il direttore artistico e i collaboratori saranno scelti Consiglio direttivo dopo aver esaminato le varie candidature.

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) - “L'anno duemiladiciannove il giorno 9 (nove) del mese di ottobre in Badia Polesine (Ro), nella Sede municipale, in Piazza Vittorio Emanuele II n. 279 Avanti a me, dottoressa Antonella Mariani, Segretario generale del Comune di Badia Polesine …” così inizia l’atto costitutivo dell’associazione culturale senza finalità di lucro, denominata: "Teatro Sociale Eugenio Balzan associazione riconosciuta". L’atto, sottoscritto alla presenza del sindaco Giovanni Rossi e dell’assessore alla cultura Valeria Targa, sancisce la nascita dell’Associazione  “aperta” che dovrà sostenere e far funzionate la “Piccola Fenice”.

I soci fondatori sono Bancadria Colli Euganei Credito Cooperativo rappresentata da Giovanni Vianello, Rovigobanca Credito Cooperativo rappresentata da Edo Boldrin, Rpm Spa Motori Elettrici rappresentata da Giovanni D'Andrea, Borsari srl Industria dolciaria rappresentata dal Titolare Andrea Muzzi, Errebi Tecnology Spa rappresentata da Giovanni Paglione, Bonfante Eddo snc. rappresentata da Dino Bonfante, Petra Srl rappresentata da Giovanni Galvan e Antonio Schiro.



I fondatori dell'Associazione, riunitisi seduta stante in prima Assemblea, hanno nominano il Consiglio direttivo composto di sette persone, due membri di diritto il Sindaco pro tempore e l’Assessore alla cultura, due sono di nomina del Sindaco (i rappresentanti degli Istituti di credito) e tre sono stati eletti dall’Assemblea e sono Rpm, Errebi Tecnology e Bonfante Eddo mentre i probi viri sono la ditta Borsari la ditta Petra e Schiro.

La sede dell’associazione è il teatro Balzan ma, nelle more del trasferimento della quadreria Balzan, è ospitata nella sede comunale.

L’associazione per il primo mandato dura in carica tre anni, per farla coincidere con la scadenza dell’attuale amministrazione comunale, mentre in termini ordinari sarà di cinque anni. Nella prossima prima seduta valida dell’associazione saranno eletti il presidente, il vicepresidente, il tesoriere e tutte le cariche sociali.

Il direttore artistico e i collaboratori saranno scelti Consiglio direttivo dopo aver esaminato le varie candidature.

“Questo atto, ha sottolineato, l’Assessore è il punto di partenza, ma l’auspicio resta quello che ciascun socio riesca a cooptarne almeno altri due”.

A precisa domanda, Valeria Targa ha chiarito che a livello di passaggi formali la convenzione che regola l’attività non richiede alcun passaggio in consiglio comunale e che, già nello Statuto c’è ampia descrizione della mission associativa.

La stagione teatrale verosimilmente inizierà l’autunno prossimo ma sarà il Consiglio direttivo che farà le proprie scelte.   “Nulla vieta, ha aggiunto il Sindaco, che qualora ne sussisteranno le condizioni si possa anticipare già a Natale o all’epifania”.

Il teatro Balzan, che presenta 270 posti agibili (in realtà utilizzabili sono 230 per necessità tecniche), con la costituzione della neonata associazione indubbiamente potrà vivere una seconda giovinezza, assicurando l’organizzazione più strutturata e continuativa delle rappresentazioni artistiche a tutto beneficio della comunità.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Giovedì 10 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it