Condividi la notizia

TENTATO OMICIDIO

Strangolata dal marito, 23enne rischia la vita

Indagano i Carabinieri di Adria (Rovigo), giovane moglie presa per il collo dopo una furibonda lite e ricoverata in condizioni critiche nel reparto di Rianimazione.

0
Succede a:

ADRIA (Rovigo) - I contorni della vicenda non sono ancora chiari, i Carabinieri di Adria stanno indagando su quanto accaduto, e al momento non c’è ancora stato alcun provvedimento.

Una 23enne è stata strangolata dal marito 28enne con problemi di tossicodipendenza, la donna è arrivata in Ospedale ad Adria in gravi condizioni, è nel reparto di Rianimazione, poi è stata trasferita a Rovigo.

I fatti si sarebbero svolti martedì 8 ottobre nel pomeriggio, una lite finita male, anzi malissimo, Botte, percosse, poi la terribile presa al collo. In giardino la figlia piccola che stava giocando, per fortuna non ha visto nulla.

La donna, giovedì 10 ottobre, è ancora in coma farmacologico in condizioni gravi.
Al momento del tentato strangolamento in case c'era anche il fratello del marito che ha dato l'allarme, mentre per il 28enne, che attualmente è ricoverato in Ospedale, la Procura di Rovigo ha aperto un fascicolo per tentato omidicio, a coordinare l'indagine il sostituto procuratore Sabrina Duò.
La causa scatenante probabilmente la gelosia.

Articolo di Giovedì 10 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it