Condividi la notizia

DECORO URBANO

Il centro di Rovigo non merita "questo orrore"

In una lettera firmata lo sfogo di un cittadino che si definisce scandalizzato per la bruttezza della manifestazione culinaria del week-end enogastronomico organizzato da alcune Pro loco polesane, tra cui quella del capoluogo

0
Succede a:
ROVIGO - Non è una nota polemica in merito alla qualità dell'appuntamento, ma una critica, a suo dire costruttiva, nella speranza che orrori del genere non si ripetano mai più.

Ciò che scandalizza il lettore di RovigoOggi.it è la bruttezza estetica e la collocazione degli stand dei partecipanti all'evento dello scorso fine settimana organizzato dalle Pro loco di Arquà Polesine, Frassinelle, Fratta, Lusia, Pontecchio, Rovigo e San Bellino. Un fine settimana a base di ricette del territorio, dalle cozze alla carne in umido.

"Riempire la pancia è più facile che arricchire le coscienze, ma anche volendo scegliere di privilegiare una manifestazione così popolare - scrive il lettore - c'è modo e modo per farlo".
"Collocare dei simil container in lamiera ad uso cucina in piazza Vittorio Emanuele II, a ridosso del monumento, tra le transenne, non è un bel vedere e non dovrebbe essere consentito. Se alle attività commerciali come i bar impongono di presentare dei progetti di impatto visivo, estetico ed architettonico per quanto riguarda la collocazione di due ombrelloni ed una manciata di tavolini all'aperto, perchè una struttura che sarebbe ugualmente brutta sul fondo di un campo sportivo, ce la siamo ritrovati nella piazza principale del comune capoluogo di provincia?

Vista la natura popolare dell'evento, che mi auguro sia stato riuscitissimo per gli organizzatori, perchè non collocarlo all'interno della Fiera d'Ottobre di modo da offrire una alternativa culinaria ai potenziali visitatori?
Se è stato presentato un progetto all'amministrazione comunale di Rovigo con quale coraggio si è autorizzato una occupazione degli spazi del centro storico così brutta? Se invece non lo è stato fatto, perchè non prevedere che gli organizzatori sottopongano un progetto di quello che sarà la manifestazione dal punto di vista estetico?

A mio avviso - conclude il lettore - Rovigo non merita di essere bistrattata così. Quella collocazione indecorosa spero non si ripeta in futuro ed auspico che all'interno del regolamento urbano se ne tenga conto" .

Articolo di Giovedì 10 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it