Condividi la notizia

DIRITTI ESCLUSIVI DI PESCA

Venerdì 18 ottobre l'appuntamento cruciale per i pescatori di Scardovari

Il presidente della Provincia di Rovigo convoca il consiglio provinciale per la prossima settimana per la proroga di 15 anni della convenzione. Il voto dell'aula sarà sovrano

0
Succede a:

ROVIGO - I 15 anni di convenzione per i diritti esclusivi di pesca andranno al voto il 18 ottobre alle 11. Il consiglio provinciale è stato convocato in seduta pubblica per affrontare la delibera proposta dal sindaco di Porto Tolle Roberto Pizzoli formalmente depositata il 4 ottobre con le firme di Valeria Mantovan, di Francesco Siviero, di Alberto Martello e Sara Mazzuccato (LEGGI ARTICOLO). 

Il punto all'ordine del giorno, che seguirà le comunicazioni del Presidente, è così descritto: “Proroga di 15 anni della convenzione 3848 del 2016 in essere tra la Provincia di Rovigo e il Consorzio cooperative pescatori del Polesine”. Il consiglio provinciale potrà aprirsi con il numero legale di 6 consiglieri e, in questo caso, la delibera potrà passare con i voti favorevoli di 4. 

Un momento cruciale per lil futuro dell’attività di pesca del Consorzio cooperative pescatori del Polesine di Luigino Marchesini e delle 14 cooperative associate che dovranno sottostare al volere sovrano dell’aula. 

Ecco i 10 con potere di voto: Emanuela Beltrame (consigliere della Lega del comune di Adria), Fabrizio Bonin (consigliere della Lega del comune di Badia Polesine), Antonio Laruccia (sindaco di Trecenta), Alberto Martello (consigliere comune di Canaro), Sara Mazzucato (consigliere comune di Adria), Ilaria Paparella (vicesindaco Comune di Villadose), Roberto Pizzoli (sindaco di Porto Tolle), Francesco Siviero (sindaco di Taglio di Po), Valeria Mantovan (assessore Comune di Porto Viro) e Valeria Toso (consigliere comune di San Martino di Venezze).

Cinque a favore, se tutti presenti, a meno di assenze dell'ultimo minuto, già ci sono. 
Se la delibera passasse, visto il parere negativo della direzione generale di Palazzo Celio, la delibera verrà inviata al nuovo dirigente per le autorizzazioni della pesca in Regione Veneto e, di default in autotutela all’Anac e Procura. 

Articolo di Venerdì 11 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it