Condividi la notizia

'NDRANGHETA

Criminalità organizzata: perquisizione a Rovigo città

Maxi operazione coordinata dalla Procura Antimafia in tutto il Veneto, impegnati diversi uomini di Carabinieri e Guardia di Finanza, è la prosecuzione dell’operazione “Camaleonte”. Blitz in un’abitazione a Rovigo

0
Succede a:

VENEZIA - Blitz all’alba anche in una abitazione di Rovigo. Dalle prime ore della mattinata di mercoledì 16 ottobre i militari del comando provinciale dei Carabinieri di Padova e del comando Provinciale della Guardia di Finanza di Venezia stanno dando esecuzione ad un’operazione di polizia giudiziaria a contrasto della criminalità organizzata e delle estorsioni. 

L’operazione costituisce prosecuzione dell’operazione “Camaleonte” dello scorso marzo, il più grosso colpo inferto alla criminalità organizzata a Nordest.  A marzo furono eseguite 27 ordinanze di custodia cautelare nel clan dei cutresi, un'organizzazione criminale di matrice 'ndranghetista (16 arrestati su 27 sono calabresi), le indagini sono coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Venezia. 

I componenti della cosca, secondo l’accusa, avvicinavano gli imprenditori e si insinuavano nelle aziende attraverso prestiti e taglieggio, fino ad impossessarsi delle aziende stesse, controllandole dall'interno, mettendo in atto anche operazioni di riciclaggio.  

In questo caso, secondo le nuove contestazione, un calabrese residente in Veneto, arrestato dai militari, estorceva denaro sfruttando la sua appartenenza alla ‘Ndrangheta. L’uomo avrebbe usato la forza per il recupero di crediti. Perquisizioni anche a Venezia, Padova, Treviso, Vicenza.

Quattro indagati, tra cui un notaio padovano, undici imprenditori vittime accertate, ma potrebbero essere di più.
 

 

Articolo di Mercoledì 16 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it