Condividi la notizia

INCENDIO

L'immondizia brucia. E questi episodi risultano in aumento

Fiamme in discarica a Villadose (Rovigo). Bartelle, Ruzzante, Guarda (Veneto 2020): “Regione tuteli salute, ambiente e legalità!”. Arpav rassicura, ma Terre Nostre chiede la chiusura del sito

0
Succede a:

VENEZIA - A poco più di 12 ore dal violento incendio divampato nella discarica Taglietto 1 di Villadose (LEGGI ARTICOLO), in provincia di Rovigo, i consiglieri regionali del coordinamento Veneto 2020 puntano i riflettori sulle politiche regionali in materia di tutela della salute, dell'ambiente e della legalità per quanto concerne le attività connesse al ciclo dei rifiuti. Lo fanno con un'interrogazione a risposta immediata, firmata da Patrizia Bartelle, Piero Ruzzante e Cristina Guarda e indirizzata alla Giunta regionale con la richiesta di interventi a tutela della salute, dell'ambiente e della legalità.

Se i controlli di Arpav hanno sostanzialmente dato buone notizie per i cittadini (LEGGI ARTICOLO)  Terre Nostre chiede la chiusura della discarica (LEGGI ARTICOLO).

“Siamo di fronte all'ennesimo episodio che riguarda siti di stoccaggio e le aziende attive nella gestione del ciclo dei rifiuti in Veneto. L'immondizia brucia! E questi episodi risultano in aumento”, sottolineano Bartelle, Ruzzante e Guarda. Che aggiungono: “Non ce lo inventiamo noi, lo sostiene la Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, già da qualche anno all'interno della sua Relazione sul fenomeno degli incendi negli impianti di trattamento e smaltimento di rifiuti. Siamo di fronte a un problema reale, con ricadute dirette sulla salute delle persone e sull’ambiente. E poi questi sono episodi su cui si allunga l’ombra della mafia, la cui presenza in Veneto, ormai acclarata, sembra essere finalmente posta all’attenzione dell’opinione pubblica”.

Negli ultimi tre anni i casi d’incendio presso centri di smaltimento rifiuti sono raddoppiati rispetto al passato, riguardando nella metà dei casi proprio impianti localizzati nell’Italia settentrionale e in particolare in Veneto. Quindi, la domanda: “in riferimento all’episodio in esame e alla dinamica di aumento dei casi di incendio presso aziende venete del ciclo dei rifiuti, quali interventi intende adottare la Giunta regionale a tutela della salute delle persone, dell’ambiente ed ai fini della promozione della legalità?”.

Articolo di Sabato 19 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it