Condividi la notizia

SICUREZZA ROVIGO

Porta il cane a fare due passi in Commenda, un Amstaff glielo ammazza

La proprietaria di un pechinese di 9 anni scende con l'amato Max al guinzaglio. Un cane di taglia più grossa senza guinzaglio e museruola lo aggredisce a morte a Rovigo

0
Succede a:
ROVIGO - L'urlo è quello di una proprietaria che alle 19 di una serata come mille altre si vede "sbranato" il piccolo pechinese che, come tutti i giorni, scende dall'appartamento in strada per recarsi ai giardinetti a fare una "sgambatina" all'aperto.
In realtà la morsa mortale dell'Amstaff non "sbrana", ma non lascia comunque scampo. Una presa e la bocca non si apre più, finchè la "preda" rimane esanime. Inutile il ricorso al veterinario: il piccolo e amato Max è morto sotto gli occhi della padrona in lacrime.

Il proprietario del cane assalitore si ritroverà una denuncia da parte del servizio veterinario dell'Ulss5 polesana perchè il suo Amstaff nella serata del 15 ottobre scorso circolava senza guinzaglio e senza museruola ad una distanza di pochi metri dal padrone, che comunque, anche se intervenuto, non ha potuto impedire l'aggressione mortale al piccolo Max.

Il dolore per i proprietari di Max è palpabile, "In nove anni ci ha regalato tutto l'amore che una persona possa ricevere - commentano - ha scodinzolato ogni momento e non ha fatto passare nessuno senza prima averlo adeguatamente leccato per ore. Max era davvero un cane bravo e buono".

"La morte di Max deve valere" affermano e lanciano un appello rivolto a tutti i proprietari di cani: "Vi chiedo con tutto il cuore di tenere i cani sempre al guinzaglio. Non dobbiamo permettere che simili tragedie accadano ancora".
Articolo di Sabato 19 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it