Condividi la notizia

FIACCOLATA ADRIA

Adria si ferma per piangere Giulia [VIDEO]

Ad Adria nel tardo pomeriggio di sabato 19 ottobre erano tantissime le persone che hanno composto il corteo per rendere omaggio a Giulia, uccisa a soli 23 anni. Partecipazione da tutta la provincia di Rovigo

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Un mare di persone (circa 2500 presenti), non solo amici e parenti, ma anche tante autorità per la fiaccolata in ricordo di Giulia, la ragazza di Adria uccisa da Roberto Lo Coco. Il corso di Adria si è riempito di luci accese per lei, per quel fiore spezzato barbaramente da un uomo che non ha avuto rispetto della vita altrui



Alle 19.30 il corteo è partito dall'ex cinema Politeama, precisamente in piazzetta Marino Marin per poi proseguire verso piazza Cavour, davanti al teatro comunale e infine verso piazza Garibaldi e il saluto delle varie autorità nella chiesetta allestita come grotta di Lourdes. Tanti gli striscioni contro la violenza alle donne. Tanti per ricordare Giulia, una vita spezzata, che non tornerà più. 

La mamma Moira appena arrivata non riusciva tenersi in piedi dallo sconforto, da quel dolore troppo forte che la trafitta come una lama gelida nel cuore. Sorretta da entrambe le parti ha percorso dietro al sindaco Omar Barbierato tutto il percorso fino alla deposizione dei fiori sulla panchina arancione allestita in piazza Groto, per poi successivamente depositare un altro mazzo di fiori proprio alle porte del teatro comunale, dove era stato allestito un angolo per Giulia (LEGGI ARTICOLO). Non si dà pace Moira, non ci crede neanche lei e proprio quando si sta per rialzare dalla deposizione del mazzo di fiori, la forza viene meno ed è il sindaco Barbierato che la sostitene e l'aiuta a tirarsi in piedi. 

Lo stesso primo cittadino ad inizio fiaccolata ha specificato: "Se n'è andato un pezzo di Adria". Vero, un pezzo della cittadina adriese non c'è più, un angelo ha spiccato il volo per sempre. Alla fine del corteo c'era il padre in sedia a rotelle, anch'esso senza forze, incredule davanti a tutto questo. 

Presenti tantissime autorità, in primo luogo il presidente della provincia Ivan Dall'Ara, il vicesindaco di Rovigo Roberto Tovo, i sindaci di Crespino, Ariano, Loreo, Rosolina, Porto Tolle, Taglio di Po, oltre agli assessori di Cavarzere, il vicesindaco di Pettorazza Grimani, e molti altri che hanno voluto tenere parte a questa fiaccolata. 

Una vita è stata spezzata, ma oggi le persone hanno dimostrato di voler essere qui, ad Adria, presenti per Giulia, per un angelo volato in cielo, solo per lei, che sempre vivrà nel cuori di quanti l'hanno voluta ricordare.
Articolo di Sabato 19 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it