Condividi la notizia

BOXE

Due vittorie e un ottimo match

Nella riunione in provincia di Bolzano ottimi riscontri per la Pugilistica Rodigina che conquista due successi con Efe Osamwonyi e Bhe Alassane Traore. In evidenza del sodalizio di Rovigo anche Kay Chieregato

0
Succede a:

LAIVES (BOLZANO) - Sabato 19 ottobre a Laives (Bolzano) la Pugilistica Rodigina ha portato alto il nome della nostra città vincendo due incontri sui due ufficiali, e partecipando egregiamente ad un terzo incontro, non ufficiale, contro il pugile di casa.

La riunione di pugilato ha visto complessivamente undici incontri con varie società sportive provenienti da tutto il Veneto.

Il primo a combattere per la Pugilistica Rodigina è stato Efe Osamwonyi che ha incontrato un eccellente Rosolillo Daminao, pugile di casa che vantava già sette incontri al suo attivo, Efe ha vinto alla prima ripresa per sospensione cautelare da parte dell’arbitro.

Successivamente è stata la volta di Bhe Alassane Traore, che al completamento di tutti i round previsti, si è visto alzare il braccio da un verdetto che l’ha decretato indiscutibilmente più forte, si segnala che il suo avversario ha all’attivo quasi il doppio degli incontri rispetto all’atleta rodigino.

Il terzo incontro previsto per la Pugilistica Rodigina ha visto Kay Chieregato confrontarsi contro un agguerrito avversario che avendo lui stesso superato il peso della categoria a loro assegnata non ha reso ufficiale l’incontro ai fini della Federazione Pugilistica Italiana (FPI), ma ha dato l’importante opportunità, al pugile rodigino e al suo angolo, di testare quanto fino ad oggi imparato e preparato.

“Abbiamo lavorato molto con i nostri tre pugili per arrivare preparati a questa riunione di pugilato - commenta il maestro Pizzardo -  ogni pugile ha delle peculiarità che lo rendono unico, la soddisfazione enorme è di vedere che il duro lavoro svolto ha dato buoni frutti su tutti e tre i nostri atleti; oggi Efe è stato indomabile nel ring visto che è riuscito a vincere un incontro sfruttando i suoi allunghi e i continui colpi in serie. Come sappiamo l’aspetto mentale è determinante sulla riuscita del gesto atletico ed è per questo che mi complimento con tutti loro perché oggi nel ring sono salite due pantere e una tigre, tutte indossavano la divisa blu con scritto nel petto: ”Pugilistica Rodigina”, questo è meraviglioso”.

Maestro Cristiano Castellacci, oltre che essere stato all’angolo dei tre pugili rodigini è anche il Direttore Tecnico della Pugilistica Rodigina, quali sono le sue impressioni di quanto oggi visto?

“I tre pugili sono stati bravissimi, Hassan ormai sta consolidando la padronanza del ring che unita alla sua costanza e voglia di arrivare, sono certo, ci porterà grandissime soddisfazioni. Oggi ho visto importanti miglioramenti su ognuno di loro, complessivamente tutti e tre pugili si sono mossi bene nel ring, hanno ascoltato l’angolo e soprattutto sono stati lucidi a mettere in pratica le strategie che abbiamo preparato in accordo con tutto lo staff dei tre maestri della Pugilistica Rodigina”.

I prossimi impegni della Pugilistica Rodigina: sabato 26 ottobre a Verona con altri due pugili agonisti e, sempre a fine ottobre, la pugile Valentina D’Arienzo, prima atleta donna rodigina sarà impegnata al prestigioso torneo internazionale WBL per regioni e rappresenterà il Veneto.

Articolo di Domenica 20 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it