Condividi la notizia

PENSIONI

Il calcolo della pensione e il fattore tempo

L’evoluzione tecnologica ha messo a disposizione dei contribuenti diversi metodi per il calcolo della pensione online

0
ROVIGO - Oggi gli italiani che hanno versato i contribuiti prima del 1995 percepiranno la pensione in base ad un sistema contributivo che prevede un assegno pensionistico erogato dall’INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) definito dall’ insieme di contributi versati dagli occupati nel loro periodo lavorativo.
Per pianificare investimenti finanziari a lungo termine, e quindi avere una visione prospettica sulla propria situazione, bisogna calcolare i contributi versati fino a quel momento e stimare quelli futuri.
Esistono diversi strumenti di calcolo per la pensione che effettuano la stima dei contributi. Uno tra i migliori è il calcolatore Mia Pensione, che ha accesso diretto ai dati dei clienti. Ovviamente è possibile utilizzare anche calcolatori online che permettono di ottenere una rapida stima dell’assegno pensionistico come “Miojob” o il calcolatore “Sole”.
Chiaramente essendo le date di pensionamento spesso lontane rispetto al periodo in cui si effettua il calcolo, il risultato ottenuto sarà una semplice stima basata su dati variabili. Infatti, nel lungo termine è possibile assistere a cambiamenti relativi alla propria condizione di carriera o a mutamenti di tipo legislativo. Dunque, è importante fare attenzione a non affidarsi completamente alla stima ottenuta, considerando con cautela il calcolo della pensione con un probabile ed eventuale margine di errore.
Che cos’è il Gap Previdenziale
In finanza con il termine di GAP previdenziale ci si riferisce ad un tasso di sostituzione che rappresenta la differenza tra il salario attuale percepito e quello che si percepirà una volta andati in pensione.
Nel calcolo della stima della pensione bisogna considerare anche questo valore che diventa più significativo man mano che si avvicina la data del pensionamento. In particolare, il lavoratore essendo in prossimità del pensionamento percepirà un salario che si aggirerà intorno ad un valore stabile in un certo intervallo, per cui la stima dei contributi futuri sarà più semplice ed immediata. Inoltre, con l’avvicinarsi della pensione il calcolo diventa più affidabile in quanto la misura sarà più precisa e basata su valori deterministici.
Dunque, è importante capire il Gap previdenziale in prossimità della pensione per poter prendere la migliore decisione finanziaria che permetti la limitazione del Gap.
È possibile che dal calcolo dell’importo della pensione risulti un assegno non lineare con le proprie aspettative: si palesa la necessità di integrare il proprio assegno con ulteriori fonti di rendimento che possono essere frutto di risparmi accumulati o investiti o scaturiti da forme specifiche di previdenza complementare.
 
Articolo di Lunedì 21 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Rubriche

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it