Condividi la notizia

RUGBY

Bersaglieri alla mostra per i 100 anni di Maci

Venerdì l’inaugurazione in Pescheria Nuova, domenica la presentazione del docufilm sulla vita di Maci Battaglini, lunedì la visita dell’intera FemiCz Rovigo con coach Casellato e capitan Ferro

0
Succede a:
Antonio Romeo, Silvano Biscuola e Davide Breviglieri
Edo Lubian e Matteo Ferro
Guido Barion

ROVIGO - Una mostra con dei pannelli composti da foto storiche e recenti, che narrano la Leggenda di Maci Battaglini nato 100 anni fa. Un evento fortemente voluto da Mondovale per celebrare l’icona della Rugby Rovigo, il primo italiano a diventare grande anche in Francia.

Proiezione straordinaria per la FemiCz Rovigo, al gran completo, del docufilm celebrativo “Le roi des buteurs”, diretto da Saverio Girotto. I Bersaglieri, guidati da coach Umberto Casellato e capitan Matteo Ferro, hanno fatto tappa in Pescheria Nuova intorno alle 18 e 30 di lunedì 21 ottobre, a fare gli onori di casa il professor Alberto Guerrini di Mondovale.

La mostra inaugurata venerdì in pompa magna con autorità e il presidente Zambelli (LEGGI ARTICOLO), ha avuto un momento importante anche domenica 20 ottobre, con la proiezione del film con ospiti i giocatori delle Fiamme Oro, una delle squadre di Maci Battaglini.

A “Maci”, campione con la Rugby Rovigo, il Treviso e in Francia, la città in mischia gli ha dedicato anche lo stadio di viale Alfieri con un monumento, e la sua immagine disegnata sulla tribuna.  Morì appena 52enne all’alba del primo gennaio 1971, dopo aver battuto violentemente la testa cadendo dalla bici, per non investire una donna che gli aveva tagliato la strada.

I primi tre scudetti (1951, 1952, 1953) nel post alluvione portano la sua firma,  il bidello di San Bortolo è entrato nella Leggenda del rugby per essere stato il pioniere, un colosso per l’epoca.

Articolo di Lunedì 21 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it