Condividi la notizia

ECONOMIA

Ultimo appello di Leonardo Raito per la Zes in provincia di Rovigo

Il sindaco di Polesella richiama l'attenzione dei parlamentari veneti per proporre un emendamento alla Legge finanziaria che istituisca la Zona Economica Speciale in Polesine

0
POLESELLA (Rovigo) - C'è ancora chi ci crede: Leonardo Raito, il sindaco di Polesella confida in un emendamento da inserire nella Legge finanziaria che istituisca la Zes in Polesine, ormai l’ultima speranza dopo l'immobilismo fino ad oggi.

"Abbiamo sollecitato i parlamentari veneti e i nostri sottosegretari - comunica Raito - Lavoriamo con persone che, in passato, hanno dimostrato sempre di sostenere il percorso della Zes dei comuni polesani e di Marghera e ci aspettiamo gesti conseguenti. Rimangiarsi la parola sarebbe imperdonabile e la politica nazionale andrebbe condannata tutta di fronte a un immobilismo e a una sottovalutazione dei problemi del territorio della provincia di Rovigo, con indicatori socio economici che stanno evidenziando in modo chiaro le sofferenze legate a un impoverimento e a una perdita di forze giovani e di famiglie e di imprese che lasciano la provincia".

"Si tratta di un territorio da cui, in passato, tutti hanno attinto: terreni, manodopera, ambiente. Un territorio che ha supportato, nell’interesse nazionale, insediamenti come la centrale Enel - continua il sindaco di Polesella - Un territorio che ha sviluppato una rete infrastrutturale importante, che fornisce un retroterra unico a un porto strategico come quello di Venezia. Un territorio che è crocevia delle linee mediterranee, delle direttrici nord-sud ed est-ovest. Confidiamo che Baretta, Variati, Martella e tutti i parlamentari veneti sappiano fare squadra per restituire un ruolo significativo al Veneto nel contesto economico internazionale".

"Come polesani e amministratori locali, ci attendiamo una risposta concreta. Una bocciatura sarebbe una vergogna".
Articolo di Martedì 22 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it