Condividi la notizia

POLITICA

Vinicio Piasentini di ritorno dalla "Leopolda 10" carico di idee

Il sindaco di San Martino di Venezze (Rovigo) entra a far parte di Italia Viva di Matteo Renzi racconta la convention di fondazione dello scorso week end

0
Succede a:
SAN MARTINO DI VENEZZE (ROVIGO) - Vinicio Piasentini, il sindaco di San Martino di Venezze, è tornato dalla Leopolda di Matteo Renzi dello scorso week end ricco di motivazioni. "Eravamo a occhio e croce più di 5mila tutti stipati nell'ex storica stazione ferroviaria di Firenze a fondare Italia Viva", il grande raduno dei liberal democratici per fondare il neo nato movimento politico che fanno riferimento alla figura carismatica di Renzi. Amministratori, parlamentari, cittadini, simpatizzanti di tutti i colori: Pd, Forza Italia, moderati in genere, hanno manifestato la voglia di trovare un interlocutore ed un riferimento politico di buon senso pur nell'innovazione è forte. 



Da Catania a Torino, da San Martino di Venezze, come il sindaco polesano, a Roma, "Italia Viva ha raccolto il testimone di quanti si sentono smarriti davanti alle scelte o mancate scelte del governo da oltre un anno a questa parte" racconta Piasentini.
Si sono tenuti dei tavoli di lavoro, Piasentini si è trovato accanto all'ex deputato Ernesto Carbone, e "le persone si sono confrontate su come accelerare i tempi della pubblica amministrazione, come fare un passo indietro per farne due avanti in termini di sburocratizzazione". Tra i temi del convention l'Italia del futuro, il grande incubo delle mancate nascite e del mancante ricambio generazionale. Come fare? Leggi per la famiglia, leggi per incentivare le nascite, formule di servizi che siano utili alle giovani famiglie che si creano.

"Un momento di condivisione di valori davvero emozionante" ha concluso Piasentini.
 
Articolo di Martedì 22 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it