Condividi la notizia

CONTRIBUTI

Svelati i due nuovi bandi di Fondazione Cariparo per Rovigo

Notevole partecipazione alla presentazione a Rovigo, palazzo Cezza, di Culturalmente 2020 e il neonato Eventi culturali

0
Succede a:
ROVIGO - Sono usciti quasi in contemporanea e chiudono a pochi giorni l'uno dall'altro i due bandi che Fondazione Cariparo ha riservato per la cultura e gli eventi. Oltre al tradizionale Culturalmente, giunto alla settima edizione, anche Eventi culturali, bando neonato in casa Fondazione. Sono due bandi diversi, come hanno spiegato con partecipazione Alessandro Zattarin, responsabile di Culturalmente, e Silvia Ranieri, riferimento e guida per il secondo.
Almeno 60 le persone in sala a palazzo Cezza interessate a proporre progetti culturali con ricaduta sul territorio polesano, ma i bandi sono rivolti anche alle associazioni, enti pubblici, fondazioni anche della provincia di Padova.



1 milione di euro a disposizione per entrambi, con diverse novità per il Culturalmente rispetto al passato: solo per associazioni culturali, confinanziamento obbligatorio fino al 40%, partnernariato possibile per quelle associazioni che non hanno 3 anni di attività documentabile, possibilità di realizzare un progetto triennale. Eventi culturali invece è dedicato alla realizzazione di festival, rassegne, eventi, anche qui cofinanziamento del 40% e voci predefiniti per la richiesta contributi.

"La scorsa edizione di Culturalmente vide presentati 134 progetti, solo 25 ricevettero il contributo. Con questi due bandi sono meglio definiti i campi di intervento e l'esperienza ci ha aiutato a definire meglio le casistiche" spiega Zattarin.
Diverse le domande al termine della presentazione per dipanare dubbi e incertezze, come ha detto Zattarin, "non esiste un bando che si cali alla perfezione sul vostro progetto, dovete essere voi ad adattarvi su di lui". 
Articolo di Martedì 22 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it