Condividi la notizia

MOTORI

Corse a inseguimento, off-road, rally, drifting, test drive e hot laps  

Adria Motor Week: presentato a Monza il nuovo evento-show. Sulle orme della mitica ‘Area 48’. Appuntamento dal 22 al 24 novembre nel circuito in provincia di Rovigo

0
Succede a:

MONZA – Nel contesto dell’ultimo ACI Racing Weekend della stagione, la sala stampa dell’autodromo di Monza ha ospitato la presentazione ai media di Adria Motor Week, il nuovo contenitore di eventi organizzato da Adria International Raceway e che andrà in scena per la sua prima edizione fra poco più di un mese, da venerdì 22 a domenica 24 novembre

Alla conferenza stampa sono intervenuti il Direttore Generale di ACI Sport Marco Rogano, il direttore dell’autodromo di Adria Mario Altoè e il direttore di gara di ACI Sport Gianluca Marotta.

Annunciata anche la partnership con AutomotoTV, che seguirà l’evento attraverso la programmazione live durante i momenti clou delle tre giornate. Uno studio allestito nel paddock consentirà, inoltre, di raccontare il dietro le quinte dell’evento, sempre rigorosamente in diretta. 

Pensando all’Area 48 - Corse a inseguimento, aree per l’off-road, rally, drifting, test drive e hot laps per il pubblico anche con vetture elettriche: questi, in estrema sintesi, gli elementi di un programma che fa inevitabilmente pensare all’Area 48 del Motor Show. Un piazzale leggendario, capace di radunare migliaia di spettatori, ma che oggi, dall’ultima edizione del 2017, non esiste più. Con l’intento di offrire di nuovo quelle emozioni agli appassionati, Mario Altoè, direttore dell’autodromo di Adria, ha ideato la ‘Motor Week”. 

“Sono molto contento di questa iniziativa. Tutti ci sentiamo un po’ tutti orfani del Motor Show, ci dispiace che questa manifestazione si sia interrotta, perché si andava a collocare in un periodo in cui l’automobilismo sportivo sembra essere in pausa”, ha detto Marco Rogano, Direttore Generale di ACI Sport. “Con eventi di questo genere, anche alle porte dell’inverno piloti, team, preparatori possono far lavorare le macchine, e questo ci fa piacere, ed è anche una forma di spettacolarizzazione che abbiamo visto piacere al pubblico. 

Credo che il progetto che Adria sta mettendo in piedi dovrebbe essere seguito un po’ da tutti gli autodromi, anche durante l’anno, perché serve anche questo tipo di manifestazioni che coinvolgano molto il pubblico”, ha aggiunto Marco Rogano. “Gli autodromi sono dei ‘contenitori’ che non devono servire solo per eventi agonistici come quelli che viviamo tutto l’anno con gli ACI Racing Weekend o anche con gli eventi internazionali, ma anche per ravvivare con eventi-spettacolo lo sport automobilistico, che dopo il calcio è il più seguito in Italia”, ha concluso il Direttore Generale di ACI Sport.

“Grazie all’autodromo di Monza per averci ospitati e grazie a Marco Rogano, che crede in questo progetto e ci sta tenendo per mano in questo passo”, ha esordito il direttore di Adria International Raceway Mario Altoè nel suo intervento alla stampa. “La struttura di Adria si presta per questo tipo di eventi. Suddivideremo le piste per le varie attività, nel tracciato tradizionale avremo sfide veloci side by side, nell’area kart ci sarà il rally, in un’altra area del paddock avrà spazio il drifting. E poi ci saranno aree nel paddock per l’offroad e per test di vetture stradali, anche elettriche. Non abbiamo la velleità di sostituirci al Motor Show, la cui tradizione è importantissima fra tutti gli appassionati, ma vorremmo creare una grande area 48 dove il pubblico sia protagonista, salga sulle vetture da gara, da rally o drifting, e viva queste emozioni e - perché no? -un domani si avvicini al motorsport come protagonista”. 

Mario Altoè ha annunciato anche la presenza di VIP. “Negli anni della 24 Ore per Telethon abbiamo stretto rapporti con personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e della politica che saranno presenti, magari anche con delle prove in pista”, ha detto Altoè.

A proposito della 24 Ore di Adria, in programma nel weekend del 14 e 15 dicembre, tre piloti saranno selezionati proprio durante Adria Motor Week.  “Ospiteremo una selezione del Rally Italia Talent e in ognuno dei tre giorni verrà scelta una persona che vincerà un posto guida alla 24 Ore di Adria. Diventeranno veri piloti per un giorno e li seguiremo anche nella preparazione e nel conseguimento della licenza”.  Infine, è stato annunciato uno spazio espositivo legato al mondo racing, dove “la differenza rispetto alle tradizionali fiera è che si potranno provare i prodotti, a partire dal collare Hans”, ha spiegato Mario Altoè.

“Come diceva Marco Rogano a noi è dispiaciuto che non si faccia più il Motor Show”, ha detto Gianluca Marotta, direttore di gara. “ACI Sport coordinava gli eventi nell’area 48 e abbiamo vissuto degli anni veramente belli. L’iniziativa di Mario Altoè è un’iniziativa sana, che porta avanti l’attività del Motorsport, e noi ci impegneremo per dare i servizi: Luciano Tedeschini per i Rally, Ciro Sessa per il Settore Velocità, ed io, che mi occuperò dei tracciati e delle attività di coordinamento all’interno dei tracciati stessi. 

“Ci proponiamo di dare un prodotto nuovo anche grazie alla versatilità dell’Autodromo di Adria che offre spazi diversi rispetto a quelli del piazzale storico dell’Area 48 del Motor Show. La differenza sostanziale è che daremo spazio agli spettatori, per farli diventare protagonisti”, ha concluso Gianluca Marotta. 

Articolo di Martedì 22 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it